A- A+
MediaTech
"Ti devi fare i cazzi tuoi". Picchiato a sangue il giornalista Dandolo
Alberto Dandolo

Il giornalista Dandolo picchiato a sangue nella sua casa a Milano

Aggredito nella sua casa di Milano Alberto Dandolo, giornalista di Dagospia e del settimanale “Oggi”. Il cronista sarebbe stato assalito da due persone dall'accento del centro Italia, che lo avrebbero minacciato, intimandogli: “Ti devi fare i cazzi tuoi, la devi smettere di rompere i coglioni”.

A quanto apprende l'Adnkronos, ci sarebbe stata anche una terza persona presente, per fare da palo. Dandolo, che ha riportato una ferita alla mano, ha denunciato l'episodio ai carabinieri del capoluogo lombardo.

"Siamo abituati a pressioni, minacce, querele, diffide. Ora siamo alla violenza fisica - scrive Dagospia - Ma continueremo a fare il nostro lavoro e a denunciare, finché ci sarà possibile, chi ce lo impedisce. A questo appello/denuncia aderisce Carlo Verdelli, direttore di 'Oggi'".






in evidenza
Dopo l'addio alla Rai, nuova vita a La7: Giovanna Botteri alla corte di Cairo

L'annuncio a sorpresa

Dopo l'addio alla Rai, nuova vita a La7: Giovanna Botteri alla corte di Cairo


in vetrina
Netflix, non solo serie tv e film: ora lancia la sua linea di pop corn

Netflix, non solo serie tv e film: ora lancia la sua linea di pop corn


motori
Audi RS 3: nuovo record al Nürburgring

Audi RS 3: nuovo record al Nürburgring

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.