A- A+
MediaTech
Trappola Facebook: il nuovo algoritmo penalizza gli editori
Mark Zuckerberg

Facebook ha organizzato il trappolone. Prima ha attirato gli editori. Poi, proprio quando il pianeta Zuckerberg punta sempre più su contenuti e video, cambia il suo algoritmo in modo da rendere le media company meno visibili.

Lo ha rivelato un'indagine di SocialFlow pubblicata su The Drum. La visibilità dei post sarebbe calata del 40% da gennaio a maggio: i contenuti condivisi hanno raggiunto il mese scorso una media di 68 mila utenti. All'inizio dell'anno erano 117 mila.

Nulla di strano nel cambiamento dell'algoritmo: è una pratica che Mark Zuckerberg usa di continuo per tarare l'esperienza di navigazione. Questa variazione però sa tanto di strategia. Perché arriva in un momento in cui Facebook ha accelerato la transizione verso i contenuti (che poi sono veicolo di pubblicità).

L'algoritmo è segreto e le motivazione che hanno generato il cambiamento si possono solo ipotizzare. Ma gli effetti sono quelli sottolineati da SocialFlow. È possibile che Zuckerberg voglia privilegiare i contenuti postati dagli utenti, incoraggiandoli così a una maggiore partecipazione (che poi significa permanenza e quindi pubblico da “vendere” agli inserzionisti). È possibile anche che Facebook voglia optare per una maggiore distribuzione dei contenuti, meno incentrati su alcuni grandi attori. Ed è possibile che Facebook, tra articoli e video, voglia riempire il newsfeed di propri contenuti. Quale che sia la motivazione, per gli editori è una pessima notizia. Perché una crescente fetta di traffico (incoraggiata dal vecchio algoritmo) arriva proprio dai social.    

Tags:
facebookeditorieditoriaalgoritmo facebookmark zuckerberg
in evidenza
Covid vissuto con ironia

Guarda la gallery

Covid vissuto con ironia

i più visti
in vetrina
Come conciliare il risparmio con il rispetto dell'ambiente

Come conciliare il risparmio con il rispetto dell'ambiente


casa, immobiliare
motori
MÓ eScooter 125, il primo scooter completamente elettrico di Seat

MÓ eScooter 125, il primo scooter completamente elettrico di Seat


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.