A- A+
MediaTech
Diffamazione on line, un banchiere piega Google
Credits: BBC

Davide vince (una volta tanto). Daniel Hegglin è un banchiere svizzero con alle spalle una lunga carriera a Hong Kong e Londra. A partire dal 2011, è stato oggetto di una campagna diffamatoria via web. Un utente misterioso lo ha accusato di essere un criminale, un naziasta fan di Hitler, un membro del Ku Klux Klan.

Heggling segnala a Google, veicolo dei contenuti pubblicati, le accuse. Big G assicura che rimuoverà il link. Ma il banchiere non si accontenta e trascina Google in tribunale, anche perché nel frattempo quelle accuse false sono state pubblicate su oltre 4 mila siti. L'udienza preliminare si svolge a luglio. L'inizio del processo era stato fissato per lunedì 24 novembre. Ma, a poche ore dall'inizio del processo, Hegglin e Google hanno annunciato di aver raggiunto un accordo. La versione ufficiale, riferita dall'avvocato del banchiere, recita: "Il mio cliente ha ricevuto sufficienti rassicurazioni sugli sforzi che porteranno alla rimozione dei contenuti". 

Vista la caparbietà di Hegglin e l'ampio portafoglio di Google, è difficile credere a un accordo che non abbia coinvolto anche un pagamento in moneta sonante. Resta comunque un precedente. Chi si sente diffamato potrà fare causa al motore di ricerca? Mountain Views sottolinea che "non può essere responsabile per i contenuti veicolati dal motore di ricerca". L'accordo sarebbe quindi un'eccezione difficilmente replicabile: "Quello di Henning è un caso eccezionale di molestie". 

 

 

Iscriviti alla newsletter
Tags:
googlediffamazioneinternet
in evidenza
Risolvi il tuo Debito: aiutate più di 300 mila persone in 12 anni di attività

Corporate - Il giornale delle imprese

Risolvi il tuo Debito: aiutate più di 300 mila persone in 12 anni di attività

i più visti
in vetrina
Agiter Investigazioni, come funzionano le indagini private e aziendali

Agiter Investigazioni, come funzionano le indagini private e aziendali


casa, immobiliare
motori
Nuova KIA EV6: arriva in Italia la rivoluzione elettrica coreana

Nuova KIA EV6: arriva in Italia la rivoluzione elettrica coreana


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.