A- A+
MediaTech
Il gigante Zynga investe nella startup italiana Timbuktu

co.lab, l'acceleratore creato da Zynga, punta su un progetto italiano. A ricevere il finanziamento del colosso specializzata in videogiochi è Timbuktu, un iPad megazine per bambini fondato dalla toscana Elena Favilli (oggi Ceo) e dalla pugliese Francesca Cavallo (direttore creativo).   

Zynga.org, ong che fa capo alla capogruppo quotata al Nasdaq, ha scelto sette startup nel campo dell.'edtech  "Abbiamo scelto le aziende più promettenti", ha detto il direttore esecutivo Esteban Sosnik. E da parte loro, i vertici di Timbuktu ha fatto i salti di gioia, definendosi "entusiasti per la decisione di Zynga di investire nel progetto" e "pronti a fare il grande salto" nella nuova sede, gli uffici Zynga di San Francisco.

 


 

Iscriviti alla newsletter
Tags:
zyngastartuptimbuktu
in evidenza
La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

Corporate - Il giornale delle imprese

La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

i più visti
in vetrina
CDP, approvato Piano Strategico. Gorno Tempini: "Occasione senza precedenti"

CDP, approvato Piano Strategico. Gorno Tempini: "Occasione senza precedenti"


casa, immobiliare
motori
ŠKODA KAROQ: il SUV boemo di grande successo si aggiorna

ŠKODA KAROQ: il SUV boemo di grande successo si aggiorna


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.