A- A+
Medicina
Al Salone CSR "Benessere in scena", la partnership Guna-Teatro Alla Scala

E' in corso presso l’Università Bocconi di Milano l’8° edizione del Salone della CSR e dell’innovazione sociale (29-30 settembre), dove Guna e il Teatro Alla Scala hanno presentato il progetto "Benessere in scena"

La presentazione è avvenuta durante l’incontro dal titolo “Andare oltre la crisi: il rapporto tra imprese e cultura” incentrato sull’alleanza tra imprese ed enti culturali e su come gli investimenti in cultura possano fare la differenza anche in tempi difficili come quello attuale e possano assumere maggiore importanza nella fase di ripresa economica.

Ideato e promosso da Guna S.p.a., azienda leader nazionale nella medicina dei bassi dosaggi, in partnership con il Teatro Alla Scala, il progetto è giunto alla sua 3° edizione e si sviluppa attraverso un ciclo di “talk”, che si svolgono in Teatro prima dei balletti più importanti e aperti a un pubblico selezionato e in target, in cui medici specializzati, esperti di salute e benessere, artisti del Teatro Alla Scala e giornalisti condividono le proprie testimonianze sul tema della fruizione dell’arte ripercorrendo le principali esperienze e ricerche secondo cui un’opera d’arte, una melodia, un balletto, uno spettacolo teatrale, un quadro e ogni altra forma d’arte possono influenzare l’equilibrio psico-fisico di un individuo.

Queste tesi sono state confermate anche dal Rapporto n°67 dell’OMS (dal titolo “What is the evidence on the role of the arts in improving health and well-being? A scoping review”, 2019) che ha esaminato oltre 3000 studi dal 2000 al 2019 e ha trovato prove di un'ampia varietà di approcci disciplinari e metodologie che dimostrano il potenziale valore delle arti nel prevenire l'insorgenza di patologie mentali, malattie non trasmissibili e di disturbi neurologici e il declino fisico legato all'età, nel sostenere il trattamento o la gestione di malattie neurologiche, e infine nell’assistere e accompagnare le cure per il fine vita.

“Oggi, nella più prestigiosa Università di Milano, abbiamo testimoniato nuovamente come una partnership fortemente innovativa con il Teatro alla Scala può raccontare l’uso dell’arte come generatore di benessere. Da oltre tre decenni promuoviamo l’importanza dei corretti stili di vita e della prevenzione delle malattie: finalmente anche nel grande pubblico si sta diffondendo la consapevolezza che la fruizione dell’arte non ha solo un importantissimo valore culturale, ma ha anche degli influssi benefici, scientificamente misurabili, sulla salute dell’organismo umano”, ha detto Antonella Zaghini, Responsabile Area CSR e Comunicazione Istituzionale di Guna.

“Negli ultimi tre anni Guna e il Teatro alla Scala hanno realizzato altrettanti cicli di incontri sul tema Arte e Benessere, in occasione della messa in scena di alcuni dei titoli più emozionanti delle due ultime stagioni di Balletto del Teatro. Un viaggio di scoperta, realizzato per la prima volta dal Teatro alla Scala e da Guna, sui nessi sorprendenti tra esperienze artistiche e competenze medico-scientifiche, che ha avuto come protagonisti per ogni conversazione un primo ballerino della Scala e un professionista della salute individuato da Guna. La consapevolezza del corpo, la naturalezza di un movimento armonico, il piacere che scaturisce dall'esperienza della scena per artisti e pubblico, la capacità della musica di enfatizzare l'esperienza emozionale: questi alcuni temi trattati accanto all'importanza dell'ascolto, il ruolo dell'arte nella medicina e la meravigliosa scoperta scientifica del dialogo melodico tra le cellule, quando stimolate da impulsi ambientali legati a una manifestazione artistica. Siamo quindi molto felici di poter proseguire, ogni anno con rinnovato entusiasmo, questo percorso di arte e ricerca insieme a Guna”, ha commentato Lanfranco Li Cauli, Direttore Marketing e Fundraising Teatro alla Scala.

Questi i numeri, molto significativi, del progetto “Benessere in Scena” dal momento del suo esordio:

-8 talk tenuti da medici specializzati, tra cui il Prof. Carlo Ventura, docente di biologia molecolare all'Università di Bologna e il Prof. Federico Audisio Di Somma, medico chirurgo, specialista in medicina del lavoro e omeopatia, artisti del Teatro Alla Scala (Marta Romagna, Prima Ballerina, Mick Zeni, Primo Ballerino) e autorità istituzionali (come Giulio Terzi di Sant’Agata, Ambasciatore ed ex Ministro degli Esteri).

-8  spettacoli  di cartello al Teatro Alla Scala (tra cui Lo Schiaccianoci, Sylvia, Woolf Works, La Dame Aux Camélias, Winterreise)

-6 relazioni/ricerche scientifiche presentate (effetti benefici dell’arte sul sistema neuro-endocrino e immunitario della persona, sulla donna in gravidanza e sul nascituro, sulle cause dello stress, dell’ansia e del dolore, sull’equilibrio psico-fisico della persona, sulla biologia dell’organismo umano, sui processi cognitivi e sulla prevenzione nell'insorgenza di patologie mentali, malattie non trasmissibili e di disturbi neurologici e fisici legati all'età)

-780 persone del pubblico presenti ai talk

Commenti
    Tags:
    salone csr "benessere in scena" guna teatro alla scala
    in evidenza
    "Rido con Zalone, amo gli horror Only Fun? Sarà sorprendente..."

    Elettra Lamborghini ad Affari

    "Rido con Zalone, amo gli horror
    Only Fun? Sarà sorprendente..."

    i più visti
    in vetrina
    Pnrr e opportunità per le Pmi CorporateCredit, l'intervista al Ceo Giordano Guerrieri

    Pnrr e opportunità per le Pmi
    CorporateCredit, l'intervista al Ceo Giordano Guerrieri


    casa, immobiliare
    motori
    Ford apre gli ordini per il Ranger Raptor di nuova generazione

    Ford apre gli ordini per il Ranger Raptor di nuova generazione


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.