A- A+
Medicina
Alzheimer, gli ultrasuoni restituiscono la memoria. Per curare il morbo stop ai farmaci

Alzheimer, dall'Australia arriva uno studio che sperimenta una nuova terapia, a base di ultrasuoni per curare il morbo e dare qualche speranza ai circa 26 milioni di persone che nel mondo sono affetti da questa patologia neurodegenerativa che, in genere, salvo casi di precocità, colpisce a partire dai 65 anni di età.

I ricercatori dell’Università del Queensland hanno indirizzato i fasci di ultrasuoni verso il cervello compromesso, fasci che hanno l’effetto di ripristinare la memoria. Gli esperti, infatti, hanno scoperto che i fasci ultrasonici sono in grado di distruggere il 75% delle placche amiloidi, considerate le conduttrici dell’Alzheimer, in quanto si depositano nell’encefalo e spezzano la funzionalità dei neuroni.

Naturalmente, la risposta positiva è venuta da sperimentazioni sui topolini; i fasci indirizzati sulle placche avrebbero l’effetto di stimolare alcune cellule immunitarie, la micraglia. Sono queste a distruggere le placche amiloidi che provocano la degenerazione delle funzioni cerebrali del soggetto colpito da Alzheimer. Un vantaggio della terapia è quello di evitare i farmaci, in particolare i neurolettici, che hanno controindicazioni per le funzioni cardiovascolari. Conclusasi la sperimentazione sulle cavie animali, però, i ricercatori dovranno studiare come calibrare la terapia sia sul cervello umano, ben più esteso, sia riguardo allo spessore delle ossa craniali.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
alzheimermemoriaultrasuonimorbo
in evidenza
Risolvi il tuo Debito: aiutate più di 300 mila persone in 12 anni di attività

Corporate - Il giornale delle imprese

Risolvi il tuo Debito: aiutate più di 300 mila persone in 12 anni di attività

i più visti
in vetrina
CDP, approvato Piano Strategico. Gorno Tempini: "Occasione senza precedenti"

CDP, approvato Piano Strategico. Gorno Tempini: "Occasione senza precedenti"


casa, immobiliare
motori
Nuovo Ranger, creato da Ford ma ideato dai suoi stessi clienti

Nuovo Ranger, creato da Ford ma ideato dai suoi stessi clienti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.