A- A+
Medicina
Batteri intestinali e carboidrati: così nasce il cancro al colon-retto

Il cancro al colon-retto e' stato gia' collegato alla dietra occidentale ricca di carboidrati. Tuttavia, i meccanismi di fondo dietro questo legame sono rimasti poco chiari. Almeno fino a ora. Un nuovo studio dell'Universita' di Toronto, pubblicato sulla rivista Cell Press, ha infatti scoperto che i batteri intestinali metabolizzano i carboidrati, provocando la proliferazione delle cellule intestinali e la formazione di tumori nei topi predisposti geneticamente al cancro del colon-retto. I ricercatori hanno anche scoperto che gli antibiotici e una dieta povera di carboidrati riduce significativamente le probabilita' dei topi di sviluppare questo tipo di tumore, suggerendo quindi che questi semplici interventi potrebbero aiutare a prevenire un tipo comune di cancro colonrettale negli essei umani.

"Poiche' il cancro del colon-retto ereditario e' associato con lo sviluppo di un tumore rapido e aggressivo, e' fondamentale capire come i principali fattori ambientali, come i microbi e la dieta, interagiscono potenzialmente con i fattori genetici influenzando la progressione della malattia", ha detto Alberto Martin, autore dello studio. "Il nostro studio - ha continuato - suggerisce nuove risposte a questa domanda, mostrando come i batteri intestinali interagiscono con una dieta ricca di carboidrati per stimolare un tipo prevalente di cancro al colon ereditario". Per arrivare a questi risultati i ricercatori hanno usato topi con mutazioni dei geni Apc e Msh2, associati gia' in passato al tumore al colon-retto. I tipo sono stati quindi predisposti a sviluppare questo tipo di cancro.

Ebbene, il trattamento con antibiotici e una dieta povera di carboidrati ha ridotto la proliferazione cellulare, nonche' il numero di tumori nell'intestino tenue e nel colon. Inoltre, con questi due accorgimenti sono diminuiti anche alcuni batteri intestinali che metabolizzano i carboidrati producendo un acido grasso chiamato butirrato. Quando, invece, i ricercatori hanno aumentato livelli di butirrato nei topi trattati con antibiotici, e' aumentata la proliferazione cellulare e il numero dei tumori intestinali. "Trovando un collegamento diretto tra la genetica e i microbi intestinali, i nostri risultati suggeriscono che una dieta a basso contenuto di carboidrati, nonche' l'alterazione nella comunita' microbica intestinale, potrebbe essere utile per quegli individui che sono geneticamente predisposti al cancro del colon-retto", ha concluso Martin.
 

Tags:
cancrocolonrettocarboidrati
in evidenza
Fedez e J-Ax, pace fatta "Un regalo per Milano e..."

La riconciliazione

Fedez e J-Ax, pace fatta
"Un regalo per Milano e..."

i più visti
in vetrina
Simest, la qualità a supporto della competitività delle esportazioni italiane

Simest, la qualità a supporto della competitività delle esportazioni italiane


casa, immobiliare
motori
Marco Antonini (Citroen) vince il Ceo For Life Award Italia

Marco Antonini (Citroen) vince il Ceo For Life Award Italia


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.