A- A+
Medicina
Differenza tra uomo e donna: uomini e donne pensano in modo diverso, lo studio

UOMINI E DONNE SONO DIVERSI: LA SCIENZA CONFERMA LE DIFFERENZE TRA UOMO E DONNA

Gli scienziati dell'Università di Cambridge hanno completato il più grande studio al mondo sulle differenze sessuali tipiche e sui tratti autistici. Hanno testato e confermato due teorie psicologiche di vecchia data: la teoria empatia-sistematizzazione delle differenze tra i sessi e la teoria del cervello maschile estrema dell'autismo.

DIFFERENZA TRA UOMO E DONNA: NUOVO MEGA STUDIO CONFERMA LA DIFFERENZA TRA MASCHIO E FEMMINA

I ricercatori, lavorando con la società di produzione televisiva Channel 4, hanno testato oltre mezzo milione di persone , tra cui oltre 36.000 persone autistiche. I risultati sono pubblicati negli Atti della National Academy of Sciences .

La teoria empatia-sistematizzazione prevede che le donne, in media, otterranno punteggi più alti degli uomini nei test di empatia, la capacità di riconoscere ciò che un'altra persona sta pensando o sentendo e di rispondere al proprio stato mentale con un'emozione appropriata. Allo stesso modo, prevede che gli uomini, in media, guadagneranno un punteggio maggiore nei test di sistematizzazione, l'unità per analizzare o costruire sistemi basati su regole.

La teoria di “cervello estremamente maschile” (EMB - Extreme Male Brain) prevede che le persone autistiche, in media, mostreranno uno spostamento mascolinizzato su queste due dimensioni: cioè, che otterranno un punteggio inferiore alla popolazione tipica nei test di empatia e otterranno lo stesso punteggio se non superiore su test di sistematizzazione.

DIFFERENZA TRA UOMI E DONNE: LO STUDIO

Mentre entrambe le teorie sono state confermate in studi precedenti su campioni relativamente modesti, i nuovi risultati provengono da un enorme campione di 671.606 persone, che comprendeva 36.648 persone autistiche. Sono stati replicati in un secondo campione di 14.354 persone. In questo nuovo studio, gli scienziati hanno usato misure di 10 elementi relativamente brevi di empatia, sistematizzazione e tratti autistici.

Utilizzando queste misure, il team ha identificato che nella popolazione tipica, le donne, in media, hanno ottenuto punteggi più alti degli uomini rispetto all'empatia, e gli uomini, in media, hanno ottenuto punteggi più alti rispetto alle donne su tratti sistematici e autistici. Queste differenze sessuali sono state ridotte nelle persone autistiche. Su tutte queste misure, i punteggi delle persone autistiche, in media, erano "mascolinizzati": cioè, avevano punteggi più alti sui tratti sistematici e autistici e punteggi più bassi sull'empatia, rispetto alla popolazione tipica.

Il team ha anche calcolato la differenza (o "punteggio d") tra il punteggio di ogni individuo nei test sistematici e di empatia. Un alto punteggio d significa che la sistematizzazione di una persona è superiore alla loro empatia, e un basso punteggio d significa che la loro empatia è più alta della loro sistematizzazione.

Hanno trovato che nella popolazione tipica, gli uomini, in media, hanno avuto uno spostamento verso un alto punteggio d, mentre le donne, in media, hanno avuto uno spostamento verso un basso punteggio d. Gli individui autistici, in media, hanno avuto uno spostamento verso un punteggio d più elevato rispetto ai maschi tipici. Sorprendentemente, i punteggi d hanno rappresentato 19 volte più della varianza nei tratti autistici rispetto ad altre variabili, incluso il sesso.

Infine, gli uomini, in media, avevano punteggi caratteristici più autistici rispetto alle donne. Coloro che lavoravano in STEM (Scienza, Tecnologia, Ingegneria e Matematica), in media, avevano punteggi sistematici e autistici più alti rispetto a quelli in occupazioni non STEM. E al contrario, coloro che lavoravano in occupazioni non STEM, in media, avevano avuto punteggi di empatia più alti di quelli che lavoravano in STEM.

DIFFERENZA TRA UOMO E DONNA:  PERCHÉ PENSANO IN MODO DIVERSO

Nel documento, gli autori discutono su come è importante ricordare che le differenze osservate in questo studio si applicano solo alle medie di gruppo, non agli individui. Sottolineano che questi dati non dicono nulla su un individuo in base al genere, alla diagnosi di autismo o all'occupazione. Fare ciò significherebbe stereotipizzazione e discriminazione, a cui gli autori si oppongono fortemente.

Inoltre, gli autori ripetono che le due teorie sono applicabili solo a due dimensioni delle differenze tipiche del sesso: empatia e sistematizzazione. Non si applicano a tutte le differenze di sesso, come l'aggressività, e per estrapolare le teorie oltre queste due dimensioni sarebbe un'errata interpretazione.

Infine, gli autori sottolineano che sebbene le persone autistiche in media combattano con l'empatia "cognitiva", riconoscendo i pensieri e le sensazioni altrui, hanno comunque un’empatia "affettiva" intatta - si preoccupano degli altri. È un comune equivoco che le persone autistiche lottino con tutte le forme di empatia, il che è falso.

Il dott. Varun Warrier, del team di Cambridge, ha affermato: "Queste differenze sessuali nella popolazione tipica sono molto chiare: sappiamo dagli studi correlati che le differenze individuali di empatia e sistematizzazione sono in parte genetiche, in parte influenzate dalla nostra esposizione ormonale prenatale e in parte a causa dell'esperienza ambientale, abbiamo bisogno di investigare fino a che punto queste differenze di sesso osservate sono dovute a ciascuno di questi fattori e come questi interagiscono ".

Il dott. David Greenberg, del team di Cambridge, ha dichiarato: "I grandi dati sono importanti per trarre conclusioni replicabili e solide, un esempio di come gli scienziati possono lavorare con i media per ottenere una scienza dei big data".


 

Commenti
    Tags:
    differenza tra maschio e femminadifferenza tra uomo e donnadifferenza tra uomini e donneteoria empatia-sistematizzazione
    in evidenza
    Simest, la qualità a supporto della competitività delle pmi italiane

    Esportazioni

    Simest, la qualità a supporto della competitività delle pmi italiane

    i più visti
    in vetrina
    Pnrr e opportunità per le Pmi CorporateCredit, l'intervista al Ceo Giordano Guerrieri

    Pnrr e opportunità per le Pmi
    CorporateCredit, l'intervista al Ceo Giordano Guerrieri


    casa, immobiliare
    motori
    Giornata Api, Lamborghini impegnata per la salvaguardia dell’ecosistema

    Giornata Api, Lamborghini impegnata per la salvaguardia dell’ecosistema


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.