A- A+
Medicina
Giornata del Tumore al Seno Metastatico: Europa Donna Italia in Parlamento

Giornata Nazionale di Sensibilizzazione sul Tumore al Seno Metastatico: Europa Donna Italia oggi ha incontrato le alte cariche della Camera dei Deputati e del Senato, per l’occasione stasera Palazzo Montecitorio si illuminerà di viola

Il Consiglio dei Ministri ha recentemente espresso parere positivo circa l’istituzione della Giornata Nazionale di Sensibilizzazione sul Tumore al Seno Metastatico stabilita per ogni 13 ottobre, fortemente sostenuta da Europa Donna Italia e le altre associazioni del tumore al seno. Per questa occasione, il Movimento, a partire dal mese di settembre, aveva realizzato la campagna online “Io firmo x il 13”, culminata oggi in un’intensa maratona social di sei ore sulla pagina Facebook del Movimento e in due importanti incontri con la Camera dei Deputati e con il Senato, non solo per incentivare l’istituzione della Giornata, ma anche per invitare le Istituzioni e il Sistema Sanitario ad attuare i sette punti presentati nel Manifesto di cui Europa Donna Italia si fa promotrice, volti a migliorare le condizioni e la qualità di vita delle circa 37.000 donne che ogni anno incontrano questa grave patologia.

Il programma di Europa Donna Italia è cominciato alle ore 10: Rosanna D’Antona, Presidente del Movimento, insieme a Marina la Norcia, Presidente di Noi Ci Siamo, ha partecipato a una conferenza stampa indetta presso la Camera dei Deputati alla quale hanno presenziato Maria Edera Spadoni, Vicepresidente della Camera dei Deputati, Marialucia Lorefice, Presidente della XII Commissione Affari Sociali, Doriana Sarli, membro della XII Commissione Affari Sociali. In questo momento di confronto, in cui è stata sottolineata l’importanza dell’istituzione della Giornata, è emersa la necessità di attuare maggiori disposizioni a tutela delle donne affette da questa patologia, che spesso sono giovani, affinché si sentano meno sole e siano più seguite nel loro percorso di cura, con uniformità su tutto il territorio nazionale. Tra gli aspetti affrontati, ci sono stati anche l’importanza della prevenzione, di effettuare esami e visite in tempi ristretti, di accedere a terapie innovative e di istituire le Breast Unit in tutte le regioni d’Italia. L’istituzione della Giornata, primo risultato di grande rilevanza per tutte le donne, costituisce un primo passo per dare risposte concrete a tutte le pazienti affette dalla patologia.

A questo incontro ha fatto seguito il primo appuntamento virtuale con la prima sessione introduttiva della giornata. Alle 12:00 si è invece svolto l’atteso incontro della delegazione di Europa Donna Italia a Palazzo Giustiniani con la Presidente del Senato Maria Elisabetta Alberti Casellati per consegnarle le cartoline sottoscritte nel corso del social challenge “IofirmoXil13” da pazienti, familiari, medici e celebrità vicine alla causa del tumore al seno metastatico. La Presidente Casellati ha accolto con grande calore la delegazione di Europa Donna Italia, ponendo molta attenzione alle richieste presentate. Volendo sostenere in persona la causa, anche la Presidente ha firmato una cartolina: è stata la 9.221esima firma.

Interventi e sessioni differenti proseguiranno fino al tardo pomeriggio. La Giornata si concluderà in bellezza alle ore 19:40, quando Palazzo Montecitorio, alla presenza del Presidente della Camera dei Deputati Roberto Fico, verrà illuminato del simbolico colore viola: un’iniziativa che “accende i riflettori” su questa tematica sul luogo in cui vengono prese le decisioni. Oltre a Montecitorio, anche altri edifici e monumenti in tutta Italia vengono illuminati: in 34 città, in 11 regioni differenti, sono stati organizzati degli eventi per questa Giornata, e in tutto sono 37 le Associazioni di Europa Donna Italia che hanno partecipato con entusiasmo all’iniziativa.

Nel corso della giornata, sono stati numerosi gli appuntamenti programmati all’interno della maratona social che ha visto susseguirsi interventi, testimonianze di pazienti e approfondimenti scientifici proposti da un medico sul tumore al seno metastatico, ma anche contributi artistici, sketch comici e video della social challenge conclusa. Tutti questi momenti sono stati inseriti all’interno di sette sessioni differenti corrispondenti ai seguenti sette punti del Manifesto che il Movimento continuerà a promuovere presso le Istituzioni:

Un percorso specifico di presa in carico all’interno dei Centri di Senologia per garantire omogeneità e continuità dei servizi, con la reperibilità di un medico 24 ore al giorno in pronto soccorsi dedicati;
Accesso agevolato agli esami, tempi di attesa ridotti e rapida consegna degli esiti dei frequenti controlli diagnostici;
La disponibilità di un team di specialisti di differenti aree disciplinari coinvolte nella patologia (ortopedico, ginecologo, epatologo, pneumologo, neurologo, gastroenterologo, ecc);
L’assistenza dello psiconcologo per alleviare il gravoso carico emotivo che la malattia comporta e aiutare la donna a trovare ogni giorno la forza di riprendere la lotta;
Informazione sui trials clinici disponibili e indicati per la situazione della paziente, orientamento e supporto nelle procedure di arruolamento e partecipazione;
L’invalidità civile deve prevedere misure di tutela specifica per le persone affette da patologie oncologiche al IV stadio e l’iter di accertamento deve essere rapido e uniforme su tutto il territorio nazionale;
Accesso rapido e agevolato a tutti i nuovi farmaci validati dalla comunità scientifica internazionale e già adottati in Europa, evitando alle pazienti attese e disparità di trattamento.

Tra le tante persone che hanno preso parte alla maratona, contribuendo a dare risalto alla tematica della giornata, ci sono stati personaggi famosi come Ferzan Otzpetek, Lella Costa, Rita Pelusio, Emanuela Fanelli, Maria Luisa Bigai, Marina Senesi, Alessandra Faiella, Emanuela Grimalda, Gaetano Gennai.

“Dopo le speranze lasciate l’anno scorso circa l’istituzione della Giornata, finalmente questa richiesta ha trovato accoglimento da parte delle Istituzioni, che ringrazio profondamente. Ora rimaniamo in attesa della firma del Presidente del Consiglio dei Ministri Giuseppe Conte per l’ufficializzazione dell’istituzione della Giornata in Italia, che sarebbe la prima in un Paese europeo. È un momento che aspettavamo da tanto tempo: non vogliamo, però, che questa Giornata sia un’etichetta, ma una Giornata che sottolinei i bisogni che le pazienti hanno. Queste esigenze, riassunte nel Manifesto che promuoviamo, dovrebbero essere ben chiare al Sistema Sanitario nel suo complesso. Il percorso, quindi, è ancora lungo da fare e ha la sua meta nell’adeguato sostegno di tutte le donne che devono convivere con questa malattia” - commenta Rosanna D’Antona, Presidente di Europa Donna Italia. “È stato incredibilmente commovente oggi vedere che la maratona ha visto la partecipazione e l’interesse di un numero altissimo di persone, dagli esperti alle pazienti ai VIP. Non vediamo l’ora di ripetere momenti come questi che contribuiscono a gettar luce su una tematica di cui, in realtà, non si ha ancora abbastanza consapevolezza”.

 

Loading...
Commenti
    Tags:
    giornata di sensibilizzazione sul tumore al seno metastatico: europa donna italia
    Loading...
    i più visti

    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Renault Captur, anche l’ibrido diventa accessibile a tutti

    Renault Captur, anche l’ibrido diventa accessibile a tutti


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.