A- A+
Medicina

Morbo di Parkinson, intervento a L’Aquila: chitarrista operato per il tremore


Un uomo di 66 anni malato di Parkinson è stato operato al cervello da un’equipe di medici dell’ospedale San Salvatore di L’aquila. L’intervento è stato presentato dal dottor Alessandro Ricci, direttore dell'Unità operativa di Neurochirurgia dell'ospedale San Salvatore insieme a Walter Di Bastiano, direttore del dipartimento chirurgico, Simonetta Santini, direttrice sanitaria della Asl n°1, dagli assessori regionali alla Sanità Nicoletta Verì e al Bilancio Guido Liris e dal sindaco dell’Aquila Pierluigi Biondi.

 

L’Aquila, chitarrista azzera i sintomi del morbo di Parkinson: l’operazione al cervello per vincere il tremore


L’operazione al cervello effettuata dai medici del reparto di Neurochirurgia del San Salvatore ha permesso di azzerare i sintomi della malattia di Parkinson grazie ad un sistema di elettrodi impiantati alla base dell’encefalo. La stimolazione è avvenuta collegando questo sistema ad un generatore di impulsi impiantato nella parte sottocutanea del torace. L’effetto immediato dell’operazione è stato la scomparsa del tremore provocato dalla malattia di Parkinson. Un intervento che è stato registrato dall’equipe con risultati sorprendenti e che è frutto di una procedura di neurochirurgica nota come stimolazione profonda cerebrale (Dbs).

 

Cura del Parkinson: paziente operato con intervento di stimolazione profonda cerebrale


La stimolazione cerebrale profonda (DBS) è una tecnica di intervento indicata per curare il morbo di Parkinson, il tremore, i disturbi ossessivi compulsivi, la depressione, la distonia, l’epilessia e, più in generale, per tutte quelle neurologiche di forma grave.
Questa terapia è molto invasiva e non è consigliabile per tutti i pazienti. Basti pensare che, in Italia, è praticata solo da una piccola percentuale di ospedali italiani. Nel caso dell’uomo che ha deciso di sperimentare questa tecnica in Abruzzo, i benefici sono stati subito visibili prima alla mano sinistra e poi alla mano destra.

Il 66enne non dovrà più rinunciare alla sua passione di suonare la chitarra avendo azzerato gli effetti del tremore causato dal morbo di Parkinson e potrà continuare ad esercitarsi con lo strumento senza alcun problema. 

E’ importante ricordare che è stato un grande lavoro di équipe” – ha sottolineato il dottore Ricci “Avere in cura pazienti con patologie neurodegenerative diverse ci ha permesso di individuare delle categorie che potevano essere suscettibili di un trattamento diverso”.


 

Commenti
    Tags:
    morbo di parkinsonl’aquilacervellosan salvatore l’aquilamorbo di parkinson sintomiparkinson curacura del morbo di parkinsonsintomi del morbo di parkinsonstimolazione profonda cerebralecervello stimolazione
    in evidenza
    Simest, la qualità a supporto della competitività delle pmi italiane

    Esportazioni

    Simest, la qualità a supporto della competitività delle pmi italiane

    i più visti
    in vetrina
    Pnrr e opportunità per le Pmi CorporateCredit, l'intervista al Ceo Giordano Guerrieri

    Pnrr e opportunità per le Pmi
    CorporateCredit, l'intervista al Ceo Giordano Guerrieri


    casa, immobiliare
    motori
    Jeep Compass: grazie agli incentivi è ancora più facile sceglierla

    Jeep Compass: grazie agli incentivi è ancora più facile sceglierla


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.