A- A+
Medicina
Mano bionica: giovane amputata ritrova tatto e controllo dell’arto

Giovane con mano bionica: era amputata, ha ritrovato il tatto ed il controllo dell’arto

Nuovo sistema regala a una mano bionica controllo e sensibilità tattile, aiutando chi ha subito un'amputazione. Il sistema studiato da un team di bioingegneri, ingegneri, medici e tecnici dell'università Campus Bio-Medico di Roma e del Centro protesi Inail in provincia di Bologna, può essere applicato a protesi già in commercio.

Grazie alla mano bionica Clara, una giovane amputata, ha ritrovato la sensibilità lungo le dita e il palmo della mano.

 

Mano bionica per Clara: il progetto Sensibilia su una giovane amputata. La giovane aveva perso una mano per un incidente

La giovane aveva perso la mano a causa di un incidente domestico oltre 30 anni prima. Un trauma che ha portato Clara, 40enne della provincia di Palermo, a rifiutare di indossare ogni tipo di mano artificiale che non fosse puramente estetica.

Durante il progetto sperimentale 'Sensibilia', che rappresenta l'ultimo passaggio di circa 15 anni di approfondimento e poi di sperimentazione nel settore, - la donna è stata sottoposta a un delicato intervento chirurgico al Policlinico universitario Campus Bio-Medico. Qui un team di neurochirurghi e ortopedici, con l'ausilio costante di neurologi e bioingegneri, le ha inserito due elettrodi intraneurali e un 'cuff' (elettrodi perineurali, cioè installati intorno ai nervi) per ciascuno dei nervi mediano e ulnare presenti nel braccio sinistro: le interfacce, sottilissime, hanno consentito la restituzione - in tempo reale, attraverso speciali algoritmi - delle sensazioni tattili e di movimento dell'arto bionico al cervello tramite il sistema nervoso periferico. Proprio ciò che accade a tutti noi quando afferriamo, muoviamo, tocchiamo un oggetto con la mano.

 

Giovane amputata con una mano bionica: Clara ritrova il tatto e l’arto perduto attraverso una protesi sperimentale. Il test durato 11 settimane

Con l'obiettivo di riuscire ad avvicinarsi a questo livello di accuratezza nel controllo manipolatorio, Clara in 11 settimane ha prima 'reimparato' a produrre nel proprio cervello il movimento dell'arto perduto, stimolando aree corticali inattive da tempo; quindi ha affinato le proprie capacità di ricezione delle sensazioni tattili, riuscendo a percepirle in ben 13 differenti zone della mano artificiale, sia anteriormente che posteriormente. Infine si è esercitata accanto ai ricercatori per ripristinare le proprie capacità di manipolazione fine degli oggetti, stavolta attraverso la mano artificiale, riuscendo a muoverla con una destrezza crescente e fino ad oggi sconosciuta a tutte le precedenti sperimentazioni nel mondo.

Quindi la paziente è stata in grado - bendata e con la musica al massimo volume nelle orecchie - di riconoscere e padroneggiare consistenze e posizioni degli oggetti nella mano, fino a riuscire a 'provare' la sensazione del loro scivolamento lungo le dita e il palmo artificiali. Una novità che fa ben sperare, in vista dell'utilizzo di protesi sempre più evolute.

 

 

 

Commenti
    Tags:
    mano bionicagiovane amputatamano bionica giovane amputatagiovane con mano bionicamano bionica clara
    in evidenza
    Dazn spegne i rumors sulla Leotta E' confermata sulla Serie A . Le foto

    Sport

    Dazn spegne i rumors sulla Leotta
    E' confermata sulla Serie A. Le foto

    i più visti
    in vetrina
    Come conciliare il risparmio con il rispetto dell'ambiente

    Come conciliare il risparmio con il rispetto dell'ambiente


    casa, immobiliare
    motori
    Mercedes partnership con Phi Beach

    Mercedes partnership con Phi Beach


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.