A- A+
Medicina
Medicina e chirurgia plastica negli urban district, scommessa vinta da Juneco

Quale il bilancio del progetto Juneco al primo anno?   

 

‘Giusto un anno all’Urban District CityLife abbiamo inaugurato la nuova clinica di medicina e chirurgia estetica Juneco che, in esperanto, significa “giovinezza”.

 

La nostra filosofia è di “accompagnare”  le persone in un percorso multidisciplinare per ottenere risultati naturali, senza interventi invasivi e di lungo decorso, e  che non stravolgano la loro fisionomia.

Siamo riusciti a consentire a tutti di accedere ai trattamenti di medicina e chirurgia estetica in ambienti moderni con medici qualificati e prezzi adeguati. 

Juneco, per la chirurgia plastica accessibile. Un 'lusso' avvicinabile

L’investimento per  la clinica, inaugurata a novembre 2017 , è stato di circa 700K,  di cui  almeno la metà sono stati investiti in apparecchiature medicali  di ultima generazione che garantiscono assenza di dolore e disagi post operatori.

Il nostro approccio al mercato può essere  definito “lusso accessibile”. Possiamo cioè ottenere il massimo della qualità e del servizio a prezzi accessibili ottimizzando strutture e organizzazione. L’obiettivo di Juneco è di rendere avvicinabili a tutti i migliori trattamenti di medicina  estetica in ambienti all'avanguardia e con medici di alto profilo’.

Juneco per la chirurgia plastica accessibile. Altre 6 cliniche entro il 2020

Quante cliniche  aprirete e dove? 

 

‘Dopo Milano apriremo , quest’anno, due cliniche. Una di queste a Roma. E altre 4 entro il 2020.

Milano è stato l’avamposto per studiare esigenze e richieste  di mercato. La clinica milanese ha registrato in un anno 1.800 pazienti . Oltre alla capitale, il 2019 potrebbe disegnare un nuovo tassello strategico al puzzle: trattative sono in corso per una seconda apertura  su Milano.

 

Nella clinica  Juneco si effettuano sia trattamenti definiti ambulatoriali, che non richiedono l’uso del bisturi,  ma oltre a ciò - la partnership con rinomate strutture del territorio-ci ha permesso di garantire  un’ampia gamma di  trattamenti di chirurgia estetica che richiedono vere e proprie sale operatorie’.

 

Chi sono gli investitori di questo progetto e quali esperienze hanno?    

 

 

 ‘Siamo un gruppo di  investitori privati  che hanno una forte  esperienza nello sviluppo di catene retail e nella gestione di aziende operanti nel campo medico.  Insieme riusciamo a coniugare la professionalità necessarie nel settore sanitario con la capacità di gestire e sviluppare un’azienda strutturata ed innovativa.  I soci fondatori sono 4, oltre a me, Gabriele Intini,  Carlo Gianuzzi  e Angelo Riva’.

 

A quale target di consumatori vi rivolgete? Quali i prezzi medi? 

 

Lo chiediamo al nuovo direttore generale Andrea Grassi

 

‘Ad oggi-ci conferma Grassi- abbiamo consolidato gli obiettivi prefissati.Il 55% degli interventi effettuati sono stati di medicina estetica ed il 45% di chirurgia plastica.

La nostra clientela è stata per l’80% costituita da donne e per il 20% da uomini.

L’età dei pazienti è costituita nel 38% dei casi da persone tra i 30 ed i 44 anni, il 34% tra i 45 ed i 59 anni; il 20% ha un’età compresa tra i 18 ed 29 anni e l’8 ha oltre 60 anni.

Gli interventi di medicina estetica più richiesti in questo anno sono stati: iniettabili (32%); trattamenti laser ( 22%) criolipolisi (14%)  epilazione ( 15%), Carbossiterapia(12%).

La chirurgia estetica ha registrato questo trend di richieste: mastoplastica ( 32%), Rinoplastica/lifting (22%); Liposuzione (15%), Trattamento anti cellulite Cellfina 14% e Blefaroplastica ( 12%).

E in ragione di tutto questo contiamo di impiegare 40/50 persone e rapporti di collaborazione con almeno 8/10 medici di struttura. Il 2012 vedrà così impiegate più di 200 persone e oltre 150 medici.

Il direttore sanitario della clinica è il dottor Fabio Caviggioli, professore a contratto della scuola di specialità in chirurgia Plastica di Milano e socio della Sicpre ( Società Italiana di Chirurgia Plastica Ricostruttiva ed Estetica).

 

 

 

Commenti
    Tags:
    medicina esteticachirurgia plastica
    in evidenza
    Fedez e J-Ax, pace fatta "Un regalo per Milano e..."

    La riconciliazione

    Fedez e J-Ax, pace fatta
    "Un regalo per Milano e..."

    i più visti
    in vetrina
    Simest, la qualità a supporto della competitività delle esportazioni italiane

    Simest, la qualità a supporto della competitività delle esportazioni italiane


    casa, immobiliare
    motori
    Mercedes-AMG è la musa ispiratrice del progetto di arte digitale NFT

    Mercedes-AMG è la musa ispiratrice del progetto di arte digitale NFT


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.