A- A+
Medicina
Prostata: come curare l'ipertrofia prostatica mantenendo le capacità sessuali

Prostata: fino ad ora l'intervento per la cura della ipertrofia prostatica benigna, problema che riguarda quasi l'80% degli uomini over 60, portava alla perdita della capacità di eiaculare. Il robot Aquabeam Waterject elimina il problema - Salute e benessere

La prostata è un organo molto importante ma anche sensibile a diverse patologie, tra cui una delle più gravi è certamente il tumore alla prostata. Questo è vero soprattutto negli uomini, che dopo i 50 anni dovrebbero provvedere ad effettuare un controllo di quest'organo. L'ipetrofia prostatica benigna non è un disturbo particolarmente grave ma colpisce un uomo su due dopo i 50 e quasi l'80% degli over 60. L'ipertrofia prostatica benigna provoca sintomi come: difficoltà ad urinare, necessità di recarsi al bagno più volte durante la note e in alcuni casi anche dolore. Una nuova tecnica chirurgica potrebbe risolvere uno dei problemi legati alla terapia tradizionale.

Ipertrofia prostatica come curarla: una nuova tecnica nata in USA usata per la prima volta in Toscana - Salute e benessere

"Quando questi sintomi non sono più gestibili con le terapie orali, l’approccio chirurgico rimane l’unica opzione", ha spiegato il dottor Andrea Cocci, urologo. Quest'ultimo presso la casa di cura di Villa Donatello ha eseguito in Toscana il primo intervento chirurgico su un paziente 54enne affetto da ipertrofia prostatica benigna con l'innovativo robot Aquabeam Waterject. L'operazione di resezione prostatica per la cura dell'ipertrofia prostatica benigna in molti casi provoca anche l'incapacità di eiaculare e quindi un impatto negativo sulle capacità sessuali del malato. Il robot nato negli USA permette al paziente di mantenersi attivo in ambito sessuale anche dopo l'intervento.

Ipertrofia prostatica: intervento con Aquabeam Waterject porta enormi vantaggi al paziente - Salute e benessere

"Il tessuto prostatico in eccesso viene eliminato con un getto di acqua fredda: viene ecograficamente guidato tramite un robot che con precisione millimetrica rimuove solo le parti della prostata che causano i disturbi.  - continua Cocci - I vantaggi sono numerosi: l’intervento dura solo 4 minuti, contro i 90 necessari per la chirurgia usata finora, con relativa riduzione dell’anestesia, non più totale, ma spinale e di minore durata. Inoltre c’è assenza di incisioni chirurgiche e la precisione è millimetrica".

Ipertrofia prostatica come curarla: la nuova tecnica permette di mantenere la capacità di eiaculare e di fare sesso in modo normale - Salute e benessere

"Con l’Aquabeam Waterject riusciamo a preservare la capacità di eiaculare – conclude Cocci - con il relativo vantaggio psicologico, fondamentale soprattutto di fronte a patologie benigne, e gli ovvi risultati positivi per i pazienti più giovani che desiderano procreare. La tecnologia dunque viene incontro all’urologo con strumenti che garantiscono il miglior risultato senza sacrificare nessun aspetto della sessualità".

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    ipertrofia prostatica benignaipertrofia prostatica farmaciipertrofia prostatica sintomiipertrofia prostatica e psaipertrofia prostatica interventoipertrofia prostatica come curarlaipertrofia prostatica come comportarsiipertrofia prostatica come vieneipertrofia prostatica come curarla in modo naturaleprostata come prevenireprostataprostata come si controllasalute e benessere
    in evidenza
    CDP, ospitato FiCS a Roma Gorno Tempini: “Agire come sistema unico”

    Corporate - Il giornale delle imprese

    CDP, ospitato FiCS a Roma
    Gorno Tempini: “Agire come sistema unico”

    i più visti
    in vetrina
    Ferrovie dello Stato, al via un nuovo modello per cantieri più sostenibili

    Ferrovie dello Stato, al via un nuovo modello per cantieri più sostenibili


    casa, immobiliare
    motori
    Look più sportivo e AMG Line di serie per la nuova Mercedes CLS

    Look più sportivo e AMG Line di serie per la nuova Mercedes CLS


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.