A- A+
Medicina
Tumore ovarico: il cancro alle ovaie ha il più alto tasso di mortalità

Il tumore ovarico è il più aggressivo carcinoma ginecologico.

 

Oltre 5mila donne all’anno sono colpite in Italia dal cancro alle ovaie e 3mila ne muoiono.

 

107 Associazioni pazienti di 31 Paesi, impegnate in una forte azione globale per sensibilizzare l'opinione pubblica e le donne di ogni età nei confronti del tumore ovarico, subdolo e silente, il sesto tumore piu' diagnosticato tra le donne e quello con il più alto tasso di mortalità, 60-70%, che lo rende una delle prime 5 cause di morte per tumore tra le donne di età compresa tra i 50 e i 69 anni. 


Tumore alle ovaie: oggi è la Giornata Mondiale contro il Tumore Ovarico


Si celebra oggi la 5a Giornata Mondiale contro il Tumore Ovarico, promossa e coordinata dal Comitato Internazionale - nel quale il nostro Paese è rappresentato da ACTO onlus - Alleanza contro il Tumore Ovarico - con l'obiettivo di dare voce a tutte le donne del mondo, far conoscere la malattia e favorire lo scambio di esperienze fra le pazienti di ogni nazione aderente. 

 

Tumore ovarico, Roche e Acto onlus rinnovano impegno nella ricerca: progetto "Sguardi d'energia”

 

Roche, leader mondiale nella ricerca e sviluppo di nuove opzioni terapeutiche in oncologia, coglie questa importante occasione per rinnovare il suo impegno nella battaglia contro i tumori femminili, in particolare il tumore dell'ovaio e riaffermare l'alleanza che l'Azienda porta avanti insieme ad ACTO onlus con il progetto "Sguardi d'energia", ospitato nei principali Centri oncologici italiani per rispondere al bisogno della donna con tumore ovarico di mantenere la sua integrità come persona e ritrovare l'attenzione quotidiana alla propria femminilità, e per informare e sensibilizzare l'opinione pubblica su questa temibile neoplasia. 

"Siamo convinti che per un'azienda come Roche, impegnata nella ricerca sui tumori e leader in oncologia, sia d'obbligo collaborare con le Associazioni dei pazienti per offrire alle donne un supporto che vada oltre alla ricerca scientifica e che si concretizzi in progetti capaci da un lato di diffondere una corretta informazione soprattutto sui sintomi precoci della malattia, dall'altro di sostenere queste donne che quotidianamente vivono il peso del tumore mettendo a disposizione dei servizi che possano migliorare il loro benessere psico-fisico e di conseguenza la loro Qualita' della Vita - dichiara Maurizio de Cicco, Presidente e Amministratore Delegato di Roche Spa - l'informazione, la collaborazione e la ricerca sono a nostro avviso tre pilastri fondamentali per la lotta ad ogni forma di tumore. Abbiamo, quindi, accolto con grande favore il progetto "Sguardi d'energia", promosso da ACTO onlus, e lo abbiamo sostenuto con convinzione in questi anni, certi che solo cosi' la lotta contro questo tumore gravissimo possa diventare una priorita' condivisa da tutti"

Tags:
tumore ovaricotumore alle ovaiecancro alle ovaie
in evidenza
Fedez e J-Ax, pace fatta "Un regalo per Milano e..."

La riconciliazione

Fedez e J-Ax, pace fatta
"Un regalo per Milano e..."

i più visti
in vetrina
Simest, la qualità a supporto della competitività delle esportazioni italiane

Simest, la qualità a supporto della competitività delle esportazioni italiane


casa, immobiliare
motori
Marco Antonini (Citroen) vince il Ceo For Life Award Italia

Marco Antonini (Citroen) vince il Ceo For Life Award Italia


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.