A- A+
Milano

Premiati al conservatorio di Milano i migliori giovani talenti musicali. Il più giovane concorrente ha 16 anni ed è un italiano. Studenti dalla Francia, Lituania e Regno Unito hanno vinto i primi tre premi. Nella sala Verdi del Conservatorio di Milano il 23 novembre si sono esibiti in uno speciale concerto aperto al pubblico e gratuito alle 20.30 i giovani vincitori del concorso europeo ed internazionale di esecuzione musicale organizzato dalla Società Umanitaria e le cui audizioni si sono svolte dal 16 al 22 novembre a Milano. I giovani talenti sono stati ospitati dalle famiglie milanesi dal 16 al 23 novembre. Il premio consiste nella registrazione di un loro cd musicale, nell’assegnazione a ciascuno di una borsa di studio di 5mila euro e nell’inserimento del loro profilo in un fitto calendario di concerti che la Società Umanitaria organizzerà per loro in Italia e all’estero con il patrocinio del Ministero degli Esteri e presso gli Istituti di cultura italiana. Sono state anche assegnate 5 menzioni d’onore che consistono nell’aver vinto un calendario di concerti in Italia e all’estero, utile lancio per la loro carriera professionale.

Vincitore di una di queste menzioni è un italiano, Paolo Tagliamento, che è anche il più giovane partecipante (nato nel 1997). Oltre 1600 persone hanno assistito alle loro performances musicali nella serata del 23 novembre ed in tale occasione sono stati devoluti i fondi dell’acquisto di panettoni artigianali prodotti in Umanitaria da disabili a favore di ASA, Associazione nazionale per la Sindrome di Asperger. La prima edizione internazionale del 2009 ha visto la partecipazione di sei Paesi, la seconda del 2011 ne ha coinvolto diciassette, per arrivare a quest’anno con la partecipazione di tutti i Paesi comunitari. Questo progetto avrà il suo culmine nel 2015 quando il Concorso si aprirà a livello mondiale. “La formula del Concorso è rimasta immutata,” dice Amos Nannini, Presidente della Società Umanitaria,”la competizione è aperta a tutti gli allievi senza distinzione alcuna di età, di corso o di strumento.

La ricerca della giuria si concentra infatti sulla figura del vero e completo musicista, premiando la capacità interpretativa e la maturità artistica aldilà della semplice tecnica esecutiva. Così, solo all’Umanitaria, i giovani musicisti, siano essi solisti o in formazione da camera possono cimentarsi tra loro esclusivamente sul terreno della musica e non della tecnica specifica inerente il proprio strumento”. Dal nascere dell’edizione internazionale, il forte valore culturale e formativo che da sempre caratterizza il Concorso ha trovato connubio con la partecipazione attiva della città di Milano.

E’ stato infatti richiesto alle famiglie milanesi di ospitare i concorrenti che, essendo ancora studenti, avrebbero avuto difficoltà ad affrontare anche le spese di vitto e alloggio durante la loro permanenza in città. Hanno risposto numerose famiglie che testimoniano come il Concorso stia diventando anche il fulcro di una interazione tra cultura e territorio molto sentita sia dai giovani che dalla società intera. La partecipazione al Concorso è infatti un un’occasione per approfondire il proprio bagaglio culturale e esperienziale, oltre che un’esperienza musicale ed umana di rilievo.

Tags:
conservatoriotalentigiovani







A2A
A2A
i blog di affari
Luoghi dell’anima: le “piccole case” di Bruno Messina
di Mariangela Turchiarulo
FSBA: ANNULLATE LE SENTENZE DEL TAR DEL LAZIO
Green pass, non l’avete capito? Non serve a controllare il virus, ma voi
L'OPINIONE di Diego Fusaro


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.