A- A+
Milano

 

BookCity

BANNER

Al via la seconda edizione del Festival milanese dedicato alla letteratura. 650 eventi in 180 location sparse per tutta la città. Scontato che sabato, alle 17, Luis Sepulveda farà il pieno di appassionati presentando, in anteprima nazionale, il suo ventiquattresimo libro, "Storia di una lumaca che scoprì l’importanza della lentezza". Da giovedì a domenica le manifestazioni saranno ovunque, anche in metropolitano e sui taxi.  Una gigantesca festa popolare: 1.250 le firme italiane e straniere, sotto l’ombrello di 215 case editrici.
Ci sarà Umberto Eco, Vittore Armanni, Furio Colombo, Giuseppe Laterza, e ancora Frederick Forsyth, Glenn Cooper, Dacia Maraini, e Sveva Casati Modignani.

La mia Bookcity è cominciata oggi alle ore 9 dalla biblioteca di Rozzano, nell'area metropolitana milanese ma fuori dai confini della città, dove si è svolto uno dei primi appuntamenti dedicati agli studenti e agli insegnanti di questa giornata interamente dedicata alle scuole e che vede coinvolte oltre 950 classi - ha dichiarato l'assessore alla Cultura Filippo Del Corno -; e si chiuderà domenica sera all'Acquario civico, dove ha il suo quartier generale il Forum della Città Mondo. Due appuntamenti molto diversi tra loro che testimoniano la grande ricchezza e varietà del palinsesto realizzato per questa seconda edizione di Bookcity".

IL PROGRAMMA - Alle 11 si riprende il viaggio verso l'Università in via Festa del Perdono, dove sarà già in corso "Giustizia penale e società civile", giornata di discussione, letture, proiezioni, sui temi della giustizia, della societÖ civile e della vita nel carcere. Alle 12.30, avvio verso via Dante/largo Cairoli dove alle ore 13 avverrà il taglio del nastro per inaugurare "La via della lettura", un percorso ideale che si snoda nel centro di Milano partendo dal Castello Sforzesco per arrivare alla Rotonda di via Besana, percorrendo vie e piazze animate in ogni angolo da tante iniziative che hanno come comune denominatore il libro e la lettura.

"Un altro appuntamento importante di questa edizione di BookCity sarà al Castello Sforzesco, dove presenteremo il progetto di digitalizzazione del Codice Trivulziano di Leonardo da Vinci che per l'occasione di Bookcity verrà straordinariamente esposto al pubblico - ha proseguito l'assessore Del Corno -. Purtroppo infatti, per ragioni conservative, il Codice non può essere esposto se non per brevissimi periodi, ma questo incontro sarà anche l'occasione per inaugurare le tre postazioni informatiche che consentiranno di sfogliare virtualmente il Codice e che resteranno anche in seguito nelle sale museali del Castello, a disposizione di tutti i visitatori".

Si svolgerà infatti venerdì 22 alle ore 17 nella Sala Viscontea del Castello Sforzesco (200 posti, ingresso libero fino a esaurimento posti) la conferenza di presentazione del progetto di valorizzazione del Codice Trivulziano , consultabile virtualmente - fino al 2 febbraio nella Sala del Tesoro, successivamente nel percorso museale del Castello Sforzesco - grazie alla riproduzione in alta definizione dell'originale, reso ora accessibile attraverso modalità di 'sfogliamento' virtuale delle pagine, ingrandibili oltre 20 volte rispetto alle dimensioni originarie. Un progetto che il Comune di Milano ha realizzato in Biblioteca Trivulziana con il sostegno di Bank of America Merrill Lynch.

Il Codice autografo, conservato oggi presso la Biblioteca Trivulziana al Castello, racconta attraverso immagini e parole l'esperienza umana e intellettuale dell'artista durante gli anni del primo soggiorno milanese, dal 1487 al 1493 circa. Nel manoscritto trovano infatti posto disegni raffiguranti studi di fisiognomica, bozzetti architettonici per il Duomo e altri edifici della città, schemi di strumenti meccanici e macchine belliche, oltre a lunghe liste di vocaboli che documentano il tentativo dell'artista di arricchire il suo patrimonio lessicale impadronendosi di vocaboli derivati dal latino, per rivendicare la dignità scientifica del suo lavoro e accedere in modo più completo a scritti di umanisti e uomini di scienza. Il Castello Sforzesco resta il centro pulsante di BookCity con incontri, reading e animazioni. Sotto il Portico dell'Elefante, nel Cortile Ducale, ci sarà il bar di BookCity, aperto da venerdå 22 a domenica 24 novembre, dalle ore 10 alle 21.30. La zona bar e la zona esposizione libri saranno anche un'area wi-fi free.

Tutti i libri protagonisti di questa edizione di BookCity, inoltre, saranno esposti al Castello Sforzesco, in una struttura in cartone appositamente progettata. BookCity propone oltre 650 eventi, più di 1.200 ospiti, 182 location (in tutti i quartieri della cittÖ, e anche fuori) , ma il programma può essere agevolmente consultato per temi, per personaggi, per luoghi. Tutti gli appuntamenti di BookCity Milano sono ad ingresso gratuito fino ad esaurimento posti, salvo dove diversamente indicato.

 
 

 

Tags:
bookcityeventilocationmilano






A2A
A2A
i blog di affari
Il federalismo per salvare la democrazia italiana
Di Ernesto Vergani
AIUTI PER I VOLONTARI, AUDIT ENERGIA, DONATORI SANGUE, INCENDI
Boschiero Cinzia
PENSIONI INTEGRATIVE EUROPEE, WELFARE, FONDI PER SCUOLA E MIGRANTI
Boschiero Cinzia

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.