A- A+
Milano
vendemmia 500 2

Il distacco del primo grappolo d'uva della produzione di vino Made in Italy 2013, è avvenuta oggi, data ufficiale dell'inizio della vendemmia nel nostro Paese. Lo afferma la Coldiretti nel dare appuntamento nell'azienda agricola Castello di Cigognola, in Oltrepo' Pavese, dove sono iniziate le operazioni di raccolta per le uve Pinot (www.castellodicigognola.it). Raccolta il lungo e in largo in Lombardia. Anche nella Franciacorta comincia a raccogliere le uve un gruppo ristretto di aziende che apriranno ufficialmente 'le danze'.

Come e' noto, l'andamento climatico ha determinato un ritardo di quasi due settimane nell'avvio delle operazioni di raccolta rispetto allo scorso anno. Con l'avvio della prima raccolta delle uve la Coldiretti presentera' anche le prime stime sulla produzione di vino 2013.

In Franciacorta "quest'anno i carichi produttivi in termini di numero di grappoli e pesi medi non sono elevati - spiega Silvano Brescianini, vicepresidente del Consorzio Franciacorta - a causa di un brusco abbassamento delle temperature notturne durante la delicata fase della fioritura. Le stime indicano carichi medi di 80-90 quintali per ettaro di uva destinata alla produzione di Franciacorta (Chardonnay, Pinot Bianco e Pinot Nero), su una superficie rivendicata di 2.800 ettari".

Per condividere questi giorni particolari, la cantina Bellavista aprira' al pubblico con una speciale degustazione dedicata allo Chardonnay, vitigno che in Franciacorta ha trovato la sua migliore espressione. Sara' possibile scoprire le caratteristiche vitivinicole della Franciacorta attraverso la degustazione di tre delle piu' importanti espressioni di Chardonnay in purezza di Bellavista. Saranno piu' di 400 i vendemmiatori che raccoglieranno a mano, parcella per parcella, le uve dei 107 vigneti della casa franciacortina per un totale di circa 200 ettari.

Tags:
vendemmiafranciacorta







A2A
A2A
i blog di affari
Green pass, a cosa serve realmente la tessera verde?
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Green pass, l'irresponsabile accettazione cadaverica del nuovo Leviatano tecnosanitario
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Covid, aspettiamo che arrivi un governo militare: del resto "siamo in guerra"
L'OPINIONE di Diego Fusaro


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.