A- A+
Milano
Alfano dà più poteri ai sindaci? "Dia a Milano anche più soldi"

Milano accoglie positivamente l'annuncio del ministro dell'Interno, Angelino Alfano, di un ddl sulla sicurezza urbana che abbia tra le previsioni un rafforzamento del potere di ordinanza dei sindaci, purche' sia affiancato anche da "maggiori risorse per attuarli". Per l'assessore comunale alla sicurezza, Marco Granelli, ad approvazione del testo avvenuta "i Comuni potranno essere piu' efficaci nel contrasto al degrado e all'illegalita'. Le ordinanze igienico sanitarie e le norme del nuovo regolamento edilizio che stiamo applicando - ha spiegato - potranno rafforzarsi con ordinanze contro l'abbandono delle aree da parte dei privati, contro le occupazioni abusive. Potremo attivare strumenti piu' incisivi contro l'accattonaggio molesto e sviluppare le indagini contro i racket dello sfruttamento che hanno gia' dato ottimi risultati". Granelli ha quindi auspicato che "accanto ai nuovi poteri i Comuni ricevano anche maggiori risorse per attuarli".

Tags:
alfanomilanosindacipoterisicurezza







A2A
A2A
i blog di affari
Matteo Pittaluga: l'aspetto mentale per diventare Social Media Manager
Dario Ciracì
il project financing collegato al partenariato pubblico privato (seconda parte
Il mercato dei corsi fitness e le prospettive post-pandemia
Elena Vertignano


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.