A- A+
Milano

Lo spoglio è in corso ma anche in Lombardia è l'affluenza a vincere questa prima tornata delle Comunali, Alla chiusura dei seggi l'affluenza registra un calo superiore al 18 per cento in tutta la Regione. Rispetto alle precedenti elezioni la disaffezione dei cittadini verso la politica è emersa in maniera eclatante anche, nei tre capoluoghi: a Brescia ha votato il 65,54 per cento contro l'84,90 delle precedenti elezioni; a Lodi la partecipazione è stata del 63,64 per cento contro il 75,09 del voto precedente; a Sondrio si è recato alle urne il 59,56 per cento contro il 79.77 delle ultime elezioni comunali. In tutta la regione invece aveva votato il 62,70 per cento degli aventi diritto contro l'81,23 per cento delle precedenti elezioni. Per quanto riguarda gli 11 comuni in provincia di Milano dove si vota per le amministrative il calo è superiore al 20 per cento con una partecipazione pari al 56,22 per cento contro il 78,42 per cento delle precedenti elezioni.

A Brescia, anche se i risultati sono molto parziali, si profila un testa a testa tra il sindaco uscente di centrodestra, il 51enne avvocato Adriano Paroli (sostenuto da Pdl, Lega, Fratelli d'Italia e da alcune liste civiche) e Emilio Del Bono, un altro avvocato, che ha 48 anni ed è stato scelto dagli elettori del Pd con le primarie. Entrambi, sono attorno al 38 per  cento. Staccatissimi tutti gli altri a partire dalla candidata del M5S, la 38enne avvocato Laura Gamba, ferma al 7 per cento.

Testa a testa anche a Lodi, costretta a tornare al voto in anticipo per la rinuncia all'incarico del sindaco uscente, il Pd Lorenzo Guerini, che è stato eletto parlamentare. Ambisce a succedergli la sua ex vice, Giuliana Cominetti, docente 59enne, sostenuta da Pdl e Lega e da alcune liste civiche. Il Pd e Sel le contrappongono l'ex assessore all'Ambiente, il 39enne impiegato Simone Uggetti, con una lunga militanza politica alle spalle. Per ora è in vantaggio Uggetti con il 42 per cento contro il 35 della rivale. Anche in questo caso gli altri restano al palo, a partire dal candidato del M5S, Domenico Conia, sotto il 10 per cento.

In lizza a Sondrio c'è il sindaco uscente Alcide Molteni, 60enne medico di base sostenuto dal Pd, che si misura con Mario Fiumanò, oncologo di 60 anni, per il Pdl e con Lorenzo Grillo della Berta, 46enne otorinolaringoiatra, per la Lega Nord.  Corre invece per il M5S l'imprenditore 38enne Matteo Barberi. Candidati anche Giuseppe Tarabini (Popolari retici) e Davide Tacelli (Sondrio anch'io). Il dato dello scrutinio è ancora troppo parziale per indicare una tendenza.

Tags:
amministrativepdpdl







A2A
A2A
i blog di affari
Coordinatore genitoriale, tribunale lo impone: chi è? Posso rifiutarmi?
di Michela Carlo
Green Pass, prove generali della società del controllo biopolitico totalitario
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Le radici dell’Architettura
di Mariangela Turchiarulo


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.