A- A+
Milano
Anteprima/ La ballerina che denunciò la Scala sull'anoressia vince in Tribunale

di Fabio Massa

Era il 2012 e il suo caso infiammò non solo Milano, dove ha sede il Teatro lirico più famoso del mondo, la Scala, ma tutta Europa. Mariafrancesca Garritano venne licenziata per aver detto pubblicamente che alla Scala c'era un problema costante di anoressia tra le ballerine. Il Teatro la licenziò in tronco: "Non esiste un'emergenza anoressia e chiunque graviti attorno alla nostra realtà lo sa bene. Quando sono uscite le prime dichiarazioni sull'anoressia, siamo rimasti basiti e amareggiati. Ci siamo sentiti strumentalizzati - scrisse due anni fa il Corpo di ballo della Scala - e il sospetto che ci si trovasse di fronte a un mero sfruttamento del caso costruito ad hoc per fini personali o a uno pseudo-scoop che servisse da traino promozionale al libro della Garritano ha avvelenato ulteriormente la situazione". Giuliano Pisapia, il sindaco-avvocato che è ovviamente anche il presidente del cda della Scala, era stato laconico: "Sottoporrò la questione al cda e mi informerò in merito al licenziamento. Io so per certo che sul tema dell'anoressia la Scala è molto attenta". E adesso? Adesso la Corte d'Appello di Milano, in base all'articolo 18, ha detto che la Garritano deve essere reintegrata. I suoi avvocati, in appello, hanno vinto. Chi ha perso è ovviamente il Teatro alla Scala. Ma anche chi non si è opposto a un licenziamento che a questo punto è accertato sia stato illegittimo.

@FabioAMassa

LA NOTIZIA

Francesca Garritano, che era stata licenziata dalla Scala dopo un libro e alcune interviste sull'anoressia nel mondo della danza, annullando la sentenza di primo grado. Lo ha reso noto all'ANSA il legale dell'artista, Alessandro Russo. "I giudici hanno disposto il reintegro di Maria Francesca al suo posto di lavoro", ha detto il legale".

Tags:
scalaanoressia






A2A
A2A
i blog di affari
Mattarella e Draghi, immagine dell’Italia responsabile e pragmatica
Di Ernesto Vergani
Incostituzionale l'indeducibilità dell'IMU per le imprese: ora i rimborsi
Matrimonio tra Pascale e Turci, l'altro significato...
di Maurizio De Caro

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.