A- A+
Milano
Anziani milanesi al mare con il Comune: arriva il 'bonus sociale'
anziani spiaggia

Da quest’anno gli anziani di Milano avranno un ‘bonus sociale’ per i soggiorni di sollievo durante i mesi di luglio e settembre. Si tratta di un titolo da presentare alle agenzie di viaggi convenzionate con il Comune di Milano e partecipare, così, a una settimana di vacanza ‘all inclusive’ in una località marina della riviera romagnola. Il pacchetto vacanza include il viaggio in pullman granturismo, il soggiorno in pensione completa con vitto adeguato alle esigenze degli ospiti e variato quotidianamente (bevande incluse), l’assistenza sanitaria in loco con medico del Servizio sanitario nazionale, un accompagnatore e animatore, il servizio in spiaggia con ombrellone ogni due lettini e una serie di attività ricreative e di socialità.

Per partecipare all’iniziativa, spiegano da Palazzo Marino, è necessario essere residenti a Milano, aver compiuto 65 anni e avere un Isee in corso di validità fino a 9mila euro (è prevista anche l’ammissione in deroga del coniuge\convivente con età compresa tra i 60 e i 64 anni). Le richieste di partecipazione possono essere presentate presso i Centri Multiservizi Anziani e saranno poi valutate sulla base delle condizioni sociali, reddituali, anagrafiche e stato di solitudine. Da quest’anno non sarà necessario versare alcun anticipo al momento della prenotazione della vacanza, ma sarà il Comune a garantire subito il pagamento attraverso il ‘buono sociale’ (che ha un valore differenziato in base alle fasce Isee).

Chiunque volesse aggiungere una seconda settimana a proprie spese potrà contare su un prezzo agevolato. “Il bonus sociale – spiega l’assessore alle Politiche sociali Pierfrancesco Majorino – permetterà agli anziani di partecipare alle vacanze estive senza dover contribuire in anticipo ad alcuna spesa. I soggiorni di sollievo sono destinati alla popolazione più fragile, che vive generalmente sola e per cui un periodo di vacanza, anche solo di una settimana, può favorire il recupero delle energie psico- fisiche e contribuire, attraverso le attività ricreative, a creare nuove opportunità di socializzazione. Il nostro obiettivo è di offrire ad almeno 250 anziani questa opportunità”.

Tags:
pierfrancesco majorinoanzianimarebonus sociale







A2A
A2A
i blog di affari
Green pass, a cosa serve realmente la tessera verde?
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Green pass, l'irresponsabile accettazione cadaverica del nuovo Leviatano tecnosanitario
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Covid, aspettiamo che arrivi un governo militare: del resto "siamo in guerra"
L'OPINIONE di Diego Fusaro


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.