A- A+
Milano

Al via le consultazioni da parte di Regione Lombardia dei principali stakeholder della Città Metropolitana al fine di individuare la migliore soluzione possibile perché l’area di Rho-Pero dopo Expo 2015 diventi occasione di crescita per il territorio. Stamane Giulio Gallera, sottosegretario di Regione Lombardia ai Rapporti con la Città Metropolitana, ha incontrato i rappresentanti del Cna - Confederazione Nazionale dell'Artigianato e della Piccola e Media Impresa. Gallera: “Ho ricevuto grande apprezzamento da parte del Cna per la volontà di Regione Lombardia di condividere una riflessione sul futuro dell’area che ospiterà Expo. I rappresentanti del Cna hanno sottolineato l’importanza e il valore dell’area di Rho-Pero, un’area altamente infrastrutturata, strategica e ricca di possibilità. Abbiamo condiviso la necessità di ottimizzarne le sue potenzialità e di collocarvi funzioni di grande pregio che aiutino a valorizzare il nostro tessuto economico e sociale e che possano esaltare  la vocazione naturale di Milano per l’innovazione, la ricerca, l’attrattività e l’internazionalità. Il Cna ha, inoltre, proposto di collocarvi “un parco tecnologico” che accolga attività artigianali innovative e ad alto contenuto tecnologico, all’interno del quale possano operare anche Università, centri di ricerca, incubatori d’impresa”.
 

Tags:
area epogalleraimprese






A2A
A2A
i blog di affari
Incostituzionale l'indeducibilità dell'IMU per le imprese: ora i rimborsi
Matrimonio tra Pascale e Turci, l'altro significato...
di Maurizio De Caro
PROGETTI PER LE SCUOLE, CONTRO LA MIOPIA, FONDI PER CONSUMATORI
Boschiero Cinzia

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.