A- A+
Milano
Arrestati due tunisini: erano il terrore delle anziane di Città Studi

Gli agenti del commissariato Citta' Studi di Milano diretti dalla dottoressa Anna Laruccia hanno arrestato due uomini di 33 e 31 anni di nazionalita' tunisina, pregiudicati: secondo le indagini sono loro gli autori di almeno tre rapine che nei giorni scorsi hanno terrorizzato le anziane della zona. Le vittime, rispettivamente di 87, 86 e 76 anni, sono state aggredite e colpite violentemente sempre con lo stesso modus operandi. I due uomini le prendevano di mira intorno alle 13, orario in cui c'e' il cambio delle volanti e le donne ritornavano a casa dalla spesa, selezionavano bersagli che vivevano in palazzi sprovvisti di telecamere di sicurezza e le aggredivano nell'androne di casa, strappando alle malcapitate collane e gioielli d'oro. Alcune delle anziane, che hanno tutte riportato ferite, erano talmente terrorizzate da evitare ormai di uscire di casa. Gli agenti hanno ricostruito l identikit dei rapinatori grazie anche alla testimonianza di una portinaia, e domenica scorsa, rinunciando ai turni di riposo, hanno arrestato i due uomini mentre rubavano due biciclette. Ma l'elenco delle vittime potrebbe essere ancora piu' lungo: all'inizio del mese un anziana aggredita e' caduta a terra ed e' entrata in coma.

Tags:
anna larucciarapinecittà studi







A2A
A2A
i blog di affari
il project financing collegato al partenariato pubblico privato (seconda parte
Il mercato dei corsi fitness e le prospettive post-pandemia
Elena Vertignano
Mercato del vino: dai corsi sommelier alle vendite l'Italia primeggia
Elena Vertignano


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.