A- A+
Milano

Alcune immagini delle telecamere a circuito chiuso, una maglia troppo appariscente indossata dal sospetto, e un pedigree da delinquente abituale che lo aveva reso noto alle forze dell'ordine: sono questi gli elementi che hanno condotto la Squadra Mobile di Milano all'arresto di Michele Franzese, 49 anni, nato in provincia di Napoli ma da sempre residente nel capoluogo lombardo. In passato fu coinvolto nell'operazione "Wall Street", che negli anni '90 colpi' diversi clan della 'ndrangheta attivi a Milano.

Franzese e' accusato di due recenti rapine: la prima, che ha avuto luogo il 4 luglio scorso nella filiale di viale Certosa della Banca Popolare dell'Industria e del Commercio, dove l'uomo si e' fatto consegnare 2.700 euro minacciando il cassiere con un taglierino. Il secondo colpo ha un bottino inferiore, 1.700 euro, ma caratteristiche piu' violente: il 13 luglio Franzese avrebbe fatto irruzione in un negozio di abbigliamento "Grip", in via Valfurva, dove sequestra per diversi minuti due dipendenti e alcuni clienti, e si accanisce a calci in faccia sul proprietario, che riportera' alcune lesioni al volto.

Franzese e' una vecchia conoscenza della polizia milanese, con una lunga storia di carcere alle spalle e precedenti per rapina e spaccio, coinvolto nell'operazione "Wall Street", che negli anni '90 colpi' diversi clan della 'ndrangheta attivi a Milano. Questo elemento, insieme alle immagini, ha permesso agli investigatori di restringere l'ambito delle indagini: Franzese e' stato riconosciuto da alcune delle vittime ed e' stato arrestato in via Rubicone, a bordo di uno scooter rubato. A casa sua, gli agenti della mobile hanno trovato una pistola giocattolo e la maglia impiegata nelle rapine.

Tags:
rapinatoremilano







A2A
A2A
i blog di affari
Covid, lockdown in autunno: la colpa sarà dei non benedetti dal siero
L'OPINIONE di Diego Fusaro
E' nata la figura del “Servo di Stato”. Con Draghi il popolo diventa cagnolino
di Maurizio De Caro
"Tutti in presenza". Nessun obbligo vaccinale per la scuola


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.