A- A+
Milano
Arrestati nel Milanese due giovani operai: in casa nascondevano un arsenale

I Carabinieri della Compagnia di Legnano hanno arrestato due 33enni residenti a Castano Primo, provincia di Milano, con l'accusa di detenzione di armi da guerra. Gli arresti sono avvenuti nel corso di due perquisizioni nelle case dei sospetti, che i militari tenevano d'occhio da tempo. Nell'appartamento di S.M. e' stata ritrovata una pistola Colt calibro 45 con matricola abrasa e cinque proiettili in canna, nascosta dietro la culla del figlio. Il secondo sospettato, S.G., nascondeva un vero arsenale: due Kalashnikov, una mitraglietta Skorpion, una mitraglietta MAB modificata, una pistola Beretta calibro 7,65, una pistola a tamburo, un fucile ad avancarica calibro 12 e oltre trecento proiettili di vario calibro. I due, entrambi operai, si conoscono ed erano completamente sconosciuti alle forze dell'ordine. Dopo il rinvenimento delle armi sono stati condotti al carcere di Busto Arsizio.

Tags:
arsenalecastano primocarabinieri






A2A
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.