A- A+
Milano
Arte: per Expo un Leonardo mai visto
I curatori delle mostre d'arte legate ad Expo 2015

Dall'arte antica al tempo presente in un unico grande racconto. Sotto la voce 'Art' del palinsesto Expo in citta' 2015, che animera' la vita cittadina durante i sei mesi dell'evento, il Comune di Milano ha messo a punto un programma espositivo che abbraccia tutte le sedi di Palazzo Marino (Palazzo Reale, Pac, Palazzo della Ragione), gli spazi museali civici (Castello sforzesco, Museo del Novecento, Gam, Palazzo Morando, Palazzo Moriggia, Museo della Storia Naturale), ma anche la Pinacoteca di Brera che dedichera' un'esposizione multimediale al celebre 'Bacio' di Francesco Hayez e dal 6 ottobre ospitera' lo Sposalizio della Vergine del Perugino. Pietre miliari del programma espositivo, saranno le mostre dedicate a Giotto (dal 2 settembre 2015 al 10 gennaio 2016 a Palazzo Reale) e, soprattutto, a Leonardo da Vinci. Dal 15 aprile al 19 luglio, infatti, a Palazzo Reale sara' allestita la piu' grande esposizione mai ideata in Italia su tutta l'opera di Leonardo: in 12 sezioni, il percorso espositivo presenta opere del genio poliedrico - dipinti, disegni e manoscritti - provenienti da musei italiani e internazionali, mentre una serie di approfondimenti coinvolgera' i luoghi di Leonardo nel territorio urbano e lombardo.

Sempre a Palazzo Reale, uno sguardo sugli ultimi 15 anni dell'arte italiana sara' offerto attraverso le opere dei dieci artisti vincitori del premio Furla, mentre un altro progetto, 'Arte lombarda dai Visconti agli Sforza', proporra' una panoramica sul fiorire delle arti durante le due dinastie, tra Trecento e Quattrocento. La fotografia, invece, trovera' 'casa' al Pac con una mostra dedicata al lavoro di David Bailey (da marzo a giugno), a Palazzo Morando con un racconto della passione di Brassai per Parigi (da marzo a luglio) e a Palazzo della Ragione, prima con un'esplorazione dell'interpretazione dell'Italia data dagli scatti di fotografi italiani e internazionali (da marzo a settembre) e, a seguire, con un progetto dedicato a Edward Burtynsky. Il tema dell'Expo sara' al centro di una mostra interattiva, in programma fino al 28 giugno al Museo di Storia naturale, che indaga il mondo del cibo da un punto di vista scientifico ma con una forte componente ludico- gastronomica, analizzando i singoli elementi che arrivano ogni giorno nei nostri piatti. Sara' l'Africa, infine, la protagonista di un'esplosione al Museo delle Culture, mentre la Galleria di Arte Moderna presentera' la trasformazione del modo di fare scultura, con nuove tecniche e materiali, ad opera di Medardo Rosso con una selezione di 30 capolavori.

Spazio anche alle panoramiche sulle tendenze più innovative provenienti da ogni parte del mondo – Jing Shen, Growing roots e Don’t shoot the painter –, le eccellenze della nostra ricerca passata e presente – Food e Spinosaurus –, le tante possibili coniugazioni che i linguaggi dell’arte declinano sul tema dell’Esposizione: la nutrizione, la natura, l’incontro tra culture, il futuro della vita sul nostro Pianeta – La grande madre, Mondi a Milano, Africa. Oltre alle mostre realizzate nelle sedi espositive del Comune (Palazzo Reale, PAC, Palazzo della Ragione) e negli spazi museali civici (Castello Sforzesco, Museo del Novecento, GAM,  Palazzo Morando, Palazzo Moriggia, Museo di Storia Naturale), il programma presentato oggi comprende anche le esposizioni che la Pinacoteca di Brera, la più importante istituzione artistica pubblica della città, dedica a due delle icone di Expo in città: il Bacio di Hayez (foto a lato) e lo Sposalizio della Vergine di Raffaello.

“Milano nel 2015 sarà ancora più attrattiva e vivace di sempre – ha dichiarato il Sindaco Giuliano Pisapia –. Le grandi mostre che le istituzioni pubbliche milanesi propongono raccontano, attraverso le opere di grandi artisti come Giotto, Leonardo e Medardo Rosso, l’identità di Milano e dell’Italia. Un’identità che ha fatto di Milano una straordinaria città di arte e cultura, capitale del pensiero creativo. Oggi,  dopo l’Europa e l’Asia, la città si prepara a ospitare il mondo intero. E le Grandi Mostre sono certo uno dei migliori biglietti da visita per Milano 2015, il luogo dove essere nell’anno di Expo e di Expo in città".

“Expo in città è stato in questi mesi uno straordinario catalizzatore di energie e progettualità, che ha consentito a Milano di realizzare un programma di grandi qualità e fascino – ha dichiarato l’assessore alla Cultura Filippo Del Corno –. Il cartellone delle grandi mostre che Milano offrirà ai visitatori di Expo 2015 , di cui oggi presentiamo le proposte promosse da Comune e Pinacoteca di Brera, si sta arricchendo delle molte esposizioni che le istituzioni private proporranno lungo il 2015 e che presenteremo a breve completando il programma che si snoda intorno alla parola chiave ‘Art’ del palinsesto di Expo in città".

 

Tags:
arteexpodel corno







A2A
A2A
i blog di affari
Coordinatore genitoriale, tribunale lo impone: chi è? Posso rifiutarmi?
di Michela Carlo
Green Pass, prove generali della società del controllo biopolitico totalitario
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Le radici dell’Architettura
di Mariangela Turchiarulo


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.