A- A+
Milano

Difficile rientro dalla pausa estiva per le imprese artigiane della Brianza, che, dopo la lieve crescita della produzione a livello congiunturale che si era registrata a inizio anno, devono affrontare la diminuzione di tutti e tre i principali indicatori economici. È quanto emerge dalla Analisi congiunturale trimestrale dell'Artigianato manifatturiero in Brianza (II trimestre 2013), realizzata dall'Ufficio Studi della Camera di commercio di Monza e Brianza in collaborazione con le Associazioni provinciali dell'Artigianato e dei Lavoratori della Brianza. La produzione registra -4,2% a livello congiunturale (rispetto allo scorso trimestre), e persiste anche su base annua la variazione negativa che si attesta al -4,8%. Più contenuta la diminuzione del fatturato a livello congiunturale che registra rispetto allo scorso trimestre -0,8%, mentre a livello tendenziale -4,9%. Anche gli ordini, in linea con l'andamento del fatturato, perdono lo 0,9% rispetto al trimestre precedente, mentre la variazione tendenziale si attesta a -3,8%. Le imprese artigiane risentono della crisi anche sul fronte lavoro, rimane infatti negativo il saldo occupazionale (-0,6%), con una prevalenza delle uscite sulle entrate del mondo del lavoro e aumenta sensibilmente il ricorso alla CIG, che ha riguardato il 20,5% delle imprese artigiane per un totale del 3,1% del monte ore complessivo (2,6% lo scorso trimestre). Pessimiste le aspettative degli artigiani per il prossimo trimestre: il 40,7% si aspetta una diminuzione della produzione e solo l'8,9% prevede un aumento. Si abbassa tuttavia la percentuale di imprenditori che attende una diminuzione sul fronte occupazionale, scende all'11,5% rispetto al 15,7% del I trimestre. "La situazione attuale è tuttora preoccupante per gli artigiani della Brianza, che vedono tutti gli indicatori economici contrassegnati da segno negativo - ha dichiarato Gianni Barzaghi, membro di Giunta della Camera di commercio di Monza e Brianza È per questa ragione che le piccole imprese artigiane del nostro territorio devono reagire collaborando fra loro, facendo rete per restare sul mercato e riuscire ad affrontare questo lungo periodo di recessione"

"L'instabilità che caratterizza la difficile congiuntura economica che stiamo vivendo deve far leva sui fattori di competitività che contraddistinguono il nostro territorio . - ha dichiarato Walter Mariani membro di Giunta della Camera di commercio di Monza e Brianza -- Se da un lato è dunque necessario puntare sull'internazionalizzazione e sull'export per far ripartire gli ordini, è tuttavia altrettanto importante mettere in moto un piano di interventi per far ripartire la domanda".

Tags:
artigianato







A2A
A2A
i blog di affari
Green pass, l'irresponsabile accettazione cadaverica del nuovo Leviatano tecnosanitario
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Covid, aspettiamo che arrivi un governo militare: del resto "siamo in guerra"
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Filming Italy Sardegna Festival, conclusa la 4ª edizione con oltre 50 titoli


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.