A- A+
Milano
Banditi si schiantano durante la fuga: due morti nel milanese

Un tentato furto, la fuga a velocita' estrema, lo schianto che si conclude con la morte di due banditi: e' successo stanotte nell'hinterland milanese, tra San Donato e Peschiera Borromeo, dove le auto dei carabinieri sono state impegnate in un lungo inseguimento. I fatti iniziano intorno alle tre del mattino a San Donato: qui un gruppo di cinque banditi tenta di fare saltare in aria il bancomat della filiale della Banca Popolare dell'Emilia Romagna per impossessarsi del contenuto, ma il piano riesce solo a meta', perche' dopo l'esplosione i ladri non riescono ad aprire la cassa e rubare i contanti. Dopo il botto la banda sale a bordo di un Audi A6 e fugge, mentre sul posto convergono cinque auto dei carabinieri. Sullo svincolo tra la statale Paullese e la Tangenziale Est, all'altezza di Peschiera Borromeo, l'autista perde il controllo del volante e l'Audi cappotta su se' stessa rovinosamente diverse volte. Due dei banditi muoiono sul colpo, altri tre di cui uno in gravi condizioni- sono stati condotti agli ospedali San Raffaele, Humanitas e Niguarda. Secondo le prime identificazioni si tratta di un gruppo di nomadi italiani, di eta' compresa tra i 20 e i 40 anni.

Tags:
banditischiantomilanese







A2A
A2A
i blog di affari
Caso MPS, ragionevoli le condizioni poste da Unicredit per l’acquisizione
L'OPINIONE di Ernesto Vergani
Vaccini, a settembre in arrivo la terza dose: strumento della nuova normalità
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Due ori italiani a Tokyo 2020, ma “ex aequo” Tamberi (un po’) stonato
L'OPINIONE di Ernesto Vergani


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.