A- A+
Milano
Bergamo, litiga con la moglie incinta e tenta di investirla

Ha litigato per l'ennesima volta con la moglie incinta e, al culmine della rabbia, ha tentato di investirla con la propria automobile. Per questo motivo il marito, un uomo di 69 anni, e' stato arrestato in provincia di Bergamo per tentato omicidio. L'uomo, originario del comune di Cenate Sopra, pregiudicato per reati contro la persona, e' sposato con una marocchina di 30 anni piu' giovane di lui, con la quale, spiegano i vicini di casa, litiga spesso. La donna, stanca del rapporto cosi' conflittuale, aveva deciso di andarsene di casa, e' stato in quel momento che il marito l'ha seguita con l'auto, l'ha investita scagliandola terra, e poi e' scappato. Dopo la denuncia della moglie l'uomo e' stato raggiunto dagli agenti della polizia locale che lo hanno arrestato. Adesso si trova nel carcere di Bergamo in attesa dell'udienza di convalida. La donna ha riportato ferite non gravi e la gravidanza non e' compromessa.

Tags:
bergamo







A2A
A2A
i blog di affari
Green pass, a cosa serve realmente la tessera verde?
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Green pass, l'irresponsabile accettazione cadaverica del nuovo Leviatano tecnosanitario
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Covid, aspettiamo che arrivi un governo militare: del resto "siamo in guerra"
L'OPINIONE di Diego Fusaro


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.