A- A+
Milano
Berlusconi sindaco? Ncd: “Indisponibile”. Fdi: “Mossa anti-Salvini di Fi”. Le dichiarazioni ad Affari

di Fabio Massa

Berlusconi sì, Berlusconi no, Berlusconi forse. E gli “alleati” possibili che cosa dicono? L’indiscrezione, che pure ambienti interni a Forza Italia danno per “quasi impossibile”, non viene presa molto sul serio né da Ncd né da Fratelli d’Italia. Silvio sindaco non scalda gli animi, almeno dei politici. “Mi sembra che già Mariastella Gelmini abbia sottolineato la probabile indisponibilità di Berlusconi - spiega ad Affaritaliani.it Alessandro Colucci, coordinatore regionale Ncd - Il problema vero sulla città di Milano è ben altro. Noi abbiamo di concentrarci sulle priorità”. E quindi? “Quindi il centrodestra deve rinascere nel merito delle cose, per questo qualche giorno fa abbiamo lanciato l’idea di fare un manifesto insieme. Forza Italia ha risposto entusiasta. Del resto di emergenze la Milano di Pisapia ne ha accumulate tante: accattonaggio, campi rom, una città sempre più sporca, il problema delle imposte, l’abusivismo. Guardiamoci in faccia e diciamoci quale ricetta abbiamo per questo. Berlusconi candidato? Il tema non è quello. La Gelmini è stata chiara, forse non sarà disponibile Berlusconi. E comunque non iniziamo anche noi a fare il totonomi”. Anche se poi, il totonomi è partito. Marco Osnato, consigliere comunale di Fratelli d’Italia, interpreta anche lui la candidatura di Berlusconi. Ad Affari spiega: “Più che nascere da un suo reale desiderio di candidarsi, pare che nasca da volontà di esponenti di Forza Italia di contrapporsi a tutti i costi a Salvini. In ogni caso non mi pare che stiamo iniziando una discussione volta a capire come vincere, cosa che ancora è possibile”. Le primarie? “Le valutiamo positivamente e infatti parteciperemo con un candidato autorevole, che potrebbe essere De Corato, La Russa o qualche altro esponente…”

@FabioAMassa

Tags:
berlusconisalvinimilanoelezioni







A2A
A2A
i blog di affari
Le radici dell’Architettura
di Mariangela Turchiarulo
Green pass, il futuro del nuovo biocapitalismo della sorveglianza
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Obbligo Green pass decisione liberale
L'OPINIONE di Ernesto Vergani


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.