A- A+
Milano


 

 

pisapia 500

BILANCIO, CHIUSURA A SETTEMBRE: COMUNE PREPARA RICHIESTA A GOVERNO -

 Una richiesta bipartisan al governo per "tenere aperto" il bilancio fino a settembre, dopo la riforma dell'Imu annunciata entro il 31 agosto. E' l'iniziativa che l'assessore al Bilancio Francesca Balzani ha presentato e proposto ai capigruppo di maggioranza e opposizione nella riunione a palazzo Marino questo pomeriggio sul bilancio 2013. Pronta la manovra per l'aumento del gettito da Irpef e Imu: aliquota sull'addizionale allo 0,8 con esenzione per i redditi fino a 15mila euro, Imu prima casa allo 0,55. La giunta, a quanto si apprende dai partecipanti alla riunione, si prepara ad approvarla, mentre i documenti di bilancio saranno messi a punto nei prossimi giorni. Per il passaggio in consiglio comunale, chiamato a dare il via libera al previsionale entro il 30 giugno, si aspettera' invece l'esito della "partita politica" che l'amministrazione intende mettere in campo con il governo, insieme con altri comuni italiani e con l'opposizione: la richiesta di un rinvio al termine per l'approvazione in aula, dal 30 giugno al 30 settembre, dopo la riforma dell'Imu. Ai capigruppo del centrodestra, la richiesta di unirsi alla maggioranza nella "battaglia" per il rinvio: con una risposta positiva da Roma, il Comune avrebbe tempo fino a dopo l'estate per fare quadrare i conti e con maggiori certezze sugli strumenti di fiscalita' locale. In caso di un no da Roma, invece, l'aula di palazzo Marino dovrebbe procedere a tappe forzate sul bilancio predisposto in questi giorni, pena il commissariamento. Dall'opposizione, gia' una prima risposta dalla Lega: "Ci stiamo a questa battaglia - dice il capogruppo Alessandro Morelli - ma se l'amministrazione ci dice chiaramente come verranno spese le risorse: a chiedere deroghe a Roma perche' il Comune possa usare i soldi dei milanesi per accogliere i rom noi non ci stiamo di certo".

DE CORATO-OSNATO: "CAOS E STANGATA MILANESI UNICHE CERTEZZE" - "Sui tempi di approvazione del Bilancio 2013 al momento regna in Giunta e nella maggioranza la confusione più totale. Una cosa abbiamo però capito bene, dall'esposizione dell'Assessore Balzani, è che a pagare saranno in maniera rilevante per il terzo anno consecutivo le tasche dei milanesi. Infatti l'approvazione del Bilancio preventivo ß rimandato, se tutto và bene a settembre. Intanto oggi c'è stata l'ennesima e improduttiva discussione in Giunta, comunicata ai Capigruppo. Il caos nasce dall'incapacità della maggioranza di Pisapia di trovare una sintesi sui tagli alle spese, invece di scaricare 231 milioni di disavanzo a cui sono giunti oggi, sulle tasche dei milanesi. La Giunta deciderà il congelamento del Bilancio fino al 31 Agosto nella prossima seduta del 3 Giugno prossimo quando chiederà al Governo di poter tenere aperto il documento contabile di previsione, sperando nel caos che c'ß sul pagamento dell'aliquota Imu di poter incassare la fascia massima possibile che verrà definita da Roma in questi mesi. Tra una Giunta pasticciona e un Governo che non decide a rimetterci saranno i milanesi, e PIsapia gioca allo scarica barile per non prendersi responsabilitÖ Noi di Fratelli d'Italia denunciamo questa assoluta inadeguatezza di Pisapia che aprofitta di un Governo debole per addossargli ogni responsabilità, che finirà per far pagare ai cittadini una sventagliata di gabelle che comunque giÖ da oggi sono evidenti per poter coprire un buco di Bilancio di cui responsabile esclusivo è l'attuale Sindaco. Buco che ß partito da 437 milioni di euro, e che con tagli al Welfare(anziani, famiglie, custodi sociali ecc.) e ancor oggi fermo a 231 milioni e che questa Giunta pensa di coprire applicando l'addizionale Irpef ad aliquota massima, era aliquota zero fino al 2010 con le giunte di centro-destra, e passerà dallo 0,2 del 2011 al 0,8 del 2013. Stesso discorso varrà per l'Imu. Fratelli d'Italia forte della proposta presentata in parlamento di fissare in Costituzione un limite alla tassazione, non permetterà questa vergognosa presa in giro dei milanesi". Così Riccardo De Corato e Marco Osnato Vice-Presidente del Consiglio Comunale di Milano il primo e Capo-Gruppo di Fratelli d'Italia il secondo, commentano l'incontro avuto oggi a Palazzo Marino tra l'Assessore al Bilancio Francesca Balzani e l'Ufficio di Presidenza e i Capi-Gruppo sul Bilancio Preventivo 2013.

BILANCIO, MORELLI (LEGA): "UNICA CERTEZZA TASSE" - "Unica certezza le tasse, al resto penseranno poi. Non approvare il bilancio rischia di essere un salto nel buio pericoloso per i milanesi. La sinistra ci chiede di condividere una battaglia per il federalismo e diciamo che dopo trent'anni di Lega era ora che anche loro si svegliassero". Cosi' il capogruppo della Lega Alessandro Morelli sulle decisioni della giunta riguardo al bilancio di previsione. "Promuovano al Governo l'utilizzo dei costi standard e valuteremo le proposte su Milano purchá alla battaglia per avere più soldi sul territorio - dice Morelli - non significhi spendere quei soldi dei milanesi per rom e clandestini visto che la Giunta Pisapia in questi anni ha riservato il bastone ai cittadini e la carota al resto del mondo".

Tags:
bilanciopdllega






A2A
A2A
i blog di affari
Bipolarismo, ecco quando necessario usare il TSO
di Francesca Albi*
Olio extravergine d’oliva: benefici e caratteristiche
Anna Capuano
Décolleté con tacco alto o con zeppa: quale funzionerà per gli outfit di tutti
Anna Capuano

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.