A- A+
Milano
Brescia, scomparso bambino di 9 anni: si segue la pista del padre
christian fernandez

Un bambino di nove anni di nome Christian Fernandez risulta scomparso da giovedì 2 aprile: stava giocando a Brescia, nel parco di via Berardo Maggi, assieme al fratellino. Ad accompagnarli un conoscente di famiglia. Ma quando la mamma è tornato a riprenderlo attorno alle 20 ha trovato solo il pallone da calcio. Si è recata in questura per la denuncia e sono iniziate le ricerche di polizia e carabinieri. Il piccolo è di origini sudamericane e frequenta la terza elementare dell'istituto Rinaldini, è alto 1 metro e 40 e al momento della scomparsa indossava una tuta con felpa rossa, pantaloni grigi e scarpe da ginnastica scure.

LA PISTA DEL PADRE - C'è una direzione che le indagini sembrano prendere con sempre maggiore forza nelle ore: se gli uomini della squadra mobile di Brescia affermano che "non si esclude nessuna ipotesi, infatti, gli uomini della squadra mobile di Brescia stanno seguendo la pista che porta al padre, con cui il  bimbo potrebbe essersi allontanato. "Tra la madre e il padre c'erano fortissimi dissapori, e gia' in passato erano emerse forti problematiche relative proprio all'affidamento di Christian" trapela. Il bambino e' figlio di una coppia mista: lui spagnolo di Alicante, lei una donna cubana. Due anni fa la crisi nella coppia, il trasferimento di lei in Italia, a Brescia, con un nuovo compagno e il figlio. "Ovviamente in circostanze del genere nulla puo' essere lasciato al caso, pero', certo, la pista che Christian si sia allontanato con il padre e' quella su cui ci si concentra con piu' energia", emerge da fonti investigative. Una pista, aggiungono le fonti, che tra l'altro lascia "piu' sereni e accantona per il momento le ipotesi piu' macabre che subentrano in casi del genere".

Tags:
bresciachristian fernandezbambino scomparso







A2A
A2A
i blog di affari
Il Green pass crea una categoria di cittadini di seconda classe
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Il redditometro viola i diritti dell'uomo: la denuncia di PIN
Green pass obbligatorio, infame pratica ideologica e non scientifica
L'OPINIONE di Diego Fusaro


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.