A- A+
Milano
C'è traffico, partorisce nel parcheggio dell'ospedale di Bergamo

Ancora pochi minuti e Maria sarebbe nata in sala parto come aveva fatto il fratellino maggiore due anni fa. Invece la piccola aveva troppa fretta di nascere, e ha visto la luce nel parcheggio dell'ospedale. La mamma Daniela aveva avuto le doglie all'improvviso, e papa' Simone aveva cercato di portarla all'ospedale di Bergamo il piu' in fretta possibile, ma era incappato in un rallentamento lungo la Circonvallazione che gli aveva fatto perdere minuti preziosi. Cosi' quando la sua auto e' entrata nel parcheggio dell'ospedale ormai non c'era piu' tempo per arrivare al reparto Maternita'. Per fortuna in quello stesso parcheggio si trovava per caso una dottoressa di Iseo che ha visto cio' che stava per succedere e ha aiutato la mamma a mettere al mondo la sua bimba, sul sedile posteriore della Golf parcheggiata a poche decine di metri dall'ospedale. E' stata lei a far partorire la donna, affidandola poi al personale del 118 arrivato subito dopo. Quindi il trasferimento di urgenza in sala parto per il taglio del cordone e il resto delle procedure. Mamma e bimba stanno bene.
 

Tags:
trafficobergamo






A2A
A2A
i blog di affari
Il federalismo per salvare la democrazia italiana
Di Ernesto Vergani
AIUTI PER I VOLONTARI, AUDIT ENERGIA, DONATORI SANGUE, INCENDI
Boschiero Cinzia
PENSIONI INTEGRATIVE EUROPEE, WELFARE, FONDI PER SCUOLA E MIGRANTI
Boschiero Cinzia

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.