A- A+
Milano
Cap, dismesso il vecchio depuratore di Varedo
Alessandro Russo, presidente gruppo Cap holding

Concluso il progetto di dismissione del vecchio depuratore di Varedo che ha raccolto fino a oggi gli scarichi dei cittadini di 8 Comuni, con una maxi operazione da 8 milioni di euro. Un impianto realizzato negli anni '60, che non reggeva più il confronto coi tempi e con le nuove norme, sempre più restrittive, sui limiti allo scarico. “Ne beneficiano soprattutto i cittadini – ha spiegato il sindaco di Varedo Diego Marzorati aprendo la conferenza stampa – grazie a 60 mila metri quadri di area che lambisce il Seveso per la quale inizia oggi una nuova vita. Tutto questo grazie alla collaborazione fra Cap, i Comuni, le province, gli Ato e la Regione: ci siamo seduti intorno a un tavolo e oggi possiamo dire, tutti insieme, che abbiamo rispettato la parola data e portiamo a casa un grande risultato a beneficio dei cittadini, ma anche del fiume e del territorio”. Il presidente Alessandro Russo spiega che si tratta di  “uno degli interventi più importanti a livello nazionale per uscire dall’infrazione comunitaria, per la quale il Gruppo Cap ci mette la faccia: entro la fine dell’anno risolveremo tutte le situazioni ricomprese nell’infrazione Ue su fognature e depuratori. Nel nostro territorio non si pagheranno multe per questo.”

Tags:
capdepuratorevaredoalessandro russodiego marzorati






A2A
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.