A- A+
Milano

Firmata la lettera d’intenti tra Brianzacque e Cap Holding che costituirà la base della partnership industriale tra le due aziende. L’accordo si pone un duplice obiettivo: arrivare a un unico soggetto idrico per ciascuna provincia nel rispetto della normativa regionale e fissare le linee guida, per modificare l’attuale operatività di entrambe le aziende, che lavorano nelle provincia di Monza e Brianza e in quella di Milano. I Comuni hanno adottato il modello "In house", che prevede la gestione attraverso società interamente partecipate dagli enti locali. La rilevanza di questo accordo va ricondotta non solo all’esigenza di dare attuazione alla legge regionale, ma anche alla necessità di procedere a una riorganizzazione del servizio, dal quale potranno derivare vantaggi per i cittadini e per tutti i soggetti interessati a vario titolo. Le province di Milano e Monza e Brianza sono caratterizzate da rilevanti interconnessioni infrastrutturali, di cui va disciplinato l’utilizzo.

Le infrastrutture nelle zone territoriali di interesse comune alle due province (interambiti) riguardano un numero importante di reti e impianti: le dorsali idriche da Trezzo sull’Adda e Pozzuolo Martesana, per l’alimentazione degli acquedotti dei comuni brianzoli, oltre agli impianti di depurazione (Bresso, Cassano d’Adda, Pero, Peschiera Borromeo, Truccazzano) in cui vengono confluiti i reflui dei centri delle due province. Il presidente di Brianzacque, Gianfranco Mariani, e il suo vice, Enrico Boerci, consigliere delegato allo sviluppo e al consolidamento dei rapporti con i gestori extra-ambito, hanno affermato: “Si tratta di un’intesa storica, attraverso cui Brianzacque e CAP Holding, nel pieno rispetto delle singole identità, si impegnano a ricercare sinergie in tutti i campi della loro attività, con particolare riferimento alle politiche tariffarie e, nei riguardi dell’utenza, delle politiche di investimento, delle risorse umane e delle iniziative per la tutela dell'acqua. Il risultato più immediato e significativo si avrà già dai prossimi mesi quando, in tutti i 55 comuni della provincia di Monza e della Brianza, gli utenti riceveranno la bolletta intestata Brianzacque, gestore unico del servizio idrico integrato sul territorio”. “Abbiamo sempre sostenuto che l’acqua non ha confini e questo accordo ne è un’ulteriore conferma e perfeziona un percorso di sviluppo dei rapporti di partnership già consolidata, che va a vantaggio dei cittadini. Si presenta così un’area di ambito interprovinciale che rende sempre più evidenti le interconnessioni fra i territori delle due province – ha commentato il presidente di CAP Holding, Alessandro Ramazzotti – sono ben 45 i comuni brianzoli serviti dagli impianti del Gruppo CAP in provincia di Milano".

Tags:
cap holding







A2A
A2A
i blog di affari
Filming Italy Sardegna Festival, conclusa la 4ª edizione con oltre 50 titoli
Alkemia sigla contratto triennale con l’India per materie prime
Covid, lockdown in autunno: la colpa sarà dei non benedetti dal siero
L'OPINIONE di Diego Fusaro


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.