A- A+
Milano
Martina: "La Carta di Milano eredità di Expo per il pianeta"

"La principale eredità di Expo Milano 2015 è di contenuto, e l'Italia darà anima al grande tema 'Nutrire il pianeta, energia per la vita' con la 'Carta di Milano', un protocollo per tutti i Paesi che decideranno di aderirvi e che nell'autunno arriverà a New York nella sede Onu come contributo alla discussione globale delle Nazioni Unite per la definizione dei nuovi Obiettivi del Millennio". Così, a 100 giorni dall'evento il ministro delle Politiche agricole, alimentari e forestali Maurizio Martina in occasione della presentazione presso la Rai dell'evento del 7 febbraio con 500 esperti che daranno il loro contributo per definire la 'Carta di Milano'. Mancano infatti 100 giorni all’apertura dei padiglioni dell’Esposizione Universale di Milano. E mentre nel capoluogo lombardo continuano i preparativi, ministri, sindaci, ricercatori, imprese dell’agroalimentare e as sociazioni ambientaliste sono chiamati ad assolvere un compito più lungimirante: porre le basi per la definizione della Carta di Milano, la vera eredità della manifestazione sui grandi temi della sfida alimentare globale che Expo solleverà in questi mesi, secondo gli addetti ai lavori. Il documento sarà consegnato al Segretario Generale dell’Onu Ban Ki-moon come atto di indirizzo internazionale e contributo alle riflessioni che saranno svolte in sede di discussione sugli obiettivi del millennio a novembre 2015.

La basi del documento, unico nel suo genere, verranno poste il 7 febbraio all’Hangar Bicocca di Milano nell’evento l’“Expo delle Idee“, al quale prenderanno parte oltre 500 esperti divisi in 40 tavoli di lavoro che si confronteranno sui temi dello spreco alimentare, del diritto al cibo, della sicurezza dei prodotti e dell’agricoltura sostenibile. L’evento sarà presenziato dal governo, in primis dal presidente del Consiglio, Matteo Renzi, e dal ministro dell’Agricoltura, Maurizio Martina

Tags:
carta milanoexpomartina







A2A
A2A
i blog di affari
Le radici dell’Architettura
di Mariangela Turchiarulo
Green pass, il futuro del nuovo biocapitalismo della sorveglianza
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Obbligo Green pass decisione liberale
L'OPINIONE di Ernesto Vergani


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.