A- A+
Milano
"Case popolari gestite dalle famiglie mafiose". L'allarme

"Su mia proposta la Commissione Parlamentare Antimafia sarà in visita a Milano per far luce sulla preoccupante vicenda delle occupazioni abusive, spesso gestite da organizzazioni criminali che condizionano la vita di alcuni quartieri popolari minando la legalità e il rispetto dei diritti degli abitanti". Lo dichiara il senatore Franco Mirabelli, capogruppo del Pd nella Commissione bicamerale antimafia.

"Quello del racket per l'occupazione degli alloggi popolari è un problema che non si può più sottovalutare - ha affermato Franco Mirabelli - Occorre che le istituzioni prendano misure drastiche per contrastare le organizzazioni che, in alcuni quartieri, non solo gestiscono le occupazioni ma tentano di controllare pezzi di territorio e agiscono nell'illegalità e con prepotenza, condizionando la vita delle persone all'interno dei quartieri. La presenza della Commissione Antimafia serve ad avere un quadro della situazione e a mettere al centro il tema della lotta alla criminalità nei quartieri popolari e a dare un messaggio di vicinanza ai cittadini che, invece, quotidianamente si trovano ad affrontare i problemi di questi quartieri".

Tags:
allarme







A2A
A2A
i blog di affari
Coordinatore genitoriale, tribunale lo impone: chi è? Posso rifiutarmi?
di Michela Carlo
Green Pass, prove generali della società del controllo biopolitico totalitario
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Le radici dell’Architettura
di Mariangela Turchiarulo


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.