A- A+
Milano
Immigrazione, la proposta Cdu: "Fondi regionali per rispedire a casa chi non lavora"

La notte del 31 gennaio un’automobile inseguita da un paio di pattuglie dell'Arma dei Carabinieri ha concluso la sua folle corsa ribaltandosi più volte all’entrata della tangenziale est, all'altezza del cavalcavia della metropolitana di San Donato Milanese. Due dei cinque ladri, a bordo del veicolo in fuga, hanno perso la vita mentre gli altri tre sono rimasti feriti in modo grave. Tutti i malviventi, che avevano tentato un colpo a un istituto bancario, erano di etnia rom e senza fissa occupazione.

"Questo triste fatto di cronaca - dichiara Lorenzo Annoni del Cdu Milano – deve essere per tutti noi l’occasione propizia per aprire una seria riflessione sull’attuale stato dell’immigrazione qui in Lombardia, specialmente in tempi in cui la crisi economica e occupazionale si è aggravata. In tale situazione - continua - si assiste quotidianamente all’ampliamento di quella fascia di immigrati che non dispone dei mezzi per sostenersi: nella migliore delle ipotesi, infatti, queste persone finiscono per ricoprire ruoli sottopagati e precari. Oppure, scelgono la strada della delinquenza, come in quest'ultimo caso balzato tragicamente agli onori della cronaca. Quindi appare opportuno proporre la costituzione di un fondo regionale ad hoc per aiutare gli immigrati, con serie difficoltà occupazionali ed economiche, a rimpatriare nel loro paese di origine".

"In dettaglio - aggiunge Lorenzo Annoni -, per un miglioramento generale, sarebbe opportuno fornire loro una formazione professionale, così da favorirli a trovare un posto di lavoro a casa propria. Inoltre, si potrebbe stanziare un fondo economico utile al mantenimento degli stranieri per i primi mesi dall'avvenuto rimpatrio. Tale sostegno - conclude il politico milanese - potrebbe essere finanziato da un connubio di contributi pagati dai datori di lavoro, ai quali per legge e per contratto spetta il pagamento delle spese di rimpatrio degli immigrati privi delle risorse economiche necessarie, e da Regione Lombardia e quei Comuni con alta presenza di immigrati".

Tags:
immigrazionecduannoni







A2A
A2A
i blog di affari
Green pass, l'irresponsabile accettazione cadaverica del nuovo Leviatano tecnosanitario
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Covid, aspettiamo che arrivi un governo militare: del resto "siamo in guerra"
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Filming Italy Sardegna Festival, conclusa la 4ª edizione con oltre 50 titoli


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.