A- A+
Milano
Città metropolitana, il M5S contro il Pd. Delegazione con Crimi. Inside

di Fabio Massa

Grande giorno per la città metropolitana di Milano. Oggi si presentano le liste. Dopo Forza Italia, che ha recuperato l'alleanza con Ncd ma ha perso la Lega Nord, anche il Pd e il Movimento 5 Stelle presenteranno i nomi. Secondo quanto può anticipare Affaritaliani.it, i nomi del Carroccio vedono in pole position Luca Lepore, poi Massimo Olivares, il sindaco di Opera Ettore Fusco, Riccardo Grittini, Danilo Villa, Vittorio Turconi, Valerio Mantovani, Elisa Lonati, Sergio Ghisellini, Luca Sala, Renato Walter Pignarca, Francesco Matera e Roberto Sigotti. All'interno del movimento pare ci sia stata una discussione abbastanza accesa sul fatto di andare o no con Forza Italia. La svolta decisiva è però arrivata dal fatto che gli azzurri hanno preso la linea-Gallera sulle moschee, quindi nell'ottica di un dialogo e nell'ottica di un'apertura, quantomeno ideologica, alle ragioni della multiculturalità religiosa. Questo avrebbe indispettito molto il Carroccio, arroccato sulla linea del referendum, precludendo così l'accordo.

Secondo quanto può anticipare Affaritaliani.it anche il Movimento 5 Stelle è sul piede di guerra. I pentastellati, in base a rumors della scorsa settimana, avrebbero voluto entrare nella città metropolitana confidando - giacché i numeri non sono dalla loro parte - sulla "democraticità" del Pd, che li avrebbe potuti coinvolgere nella fase costituente così come avvenuto a Genova. Dal Pd, viene fatto però sapere dal quartier generale M5S, non c'è stata nessuna sensibilità. E dunque oggi la lista verrà comunque depositata, alla presenza del senatore Vito Crimi, ex portavoce del Movimento ed ex candidato alla Regione Lombardia. A questo seguirà una "protesta" video contro la grande truffa della riforma delle Province, che alla fine non sono scomparse e che vedono esclusa la rappresentanza pentastellata.

Anche il Pd ha presentato la lista, che schiera tutta una serie di pezzi da 90. Da Pierluigi Arrara, sindaco di Abiategrasso, a Filippo Barberis, consigliere di Milano, dal capogruppo Lamberto Bertolè al segretario Pietro Bussolati, dalla consigliera di Opera Arianna Censi al sindaco di Legnano Alberto Centinaio, dal sindaco di San Donato Andrea Checchi a quello di Sesto San Giovanni Monica Chittò, da quello di Cernusco Eugenio Comincini ai consiglieri milanesi Natale Comotti e Rosaria Iardino. Completano il quadro il sindaco di Cesano Boscone Simone Negri, quello di Arese Michela Palestra, la consigliera di Milano Patrizia Quartieri, il sindaco di Rho Pietro Romano.

@FabioAMassa

Tags:
città metropolitana






A2A
A2A
i blog di affari
Il federalismo per salvare la democrazia italiana
Di Ernesto Vergani
AIUTI PER I VOLONTARI, AUDIT ENERGIA, DONATORI SANGUE, INCENDI
Boschiero Cinzia
PENSIONI INTEGRATIVE EUROPEE, WELFARE, FONDI PER SCUOLA E MIGRANTI
Boschiero Cinzia

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.