A- A+
Milano
Città della Salute, Italiana Costruzioni: "Non abbiamo vinto la gara"

La Camera del lavoro di Milano esprime "preoccupazione" per la gara per la realizzazione della Citta' della salute, aggiudicata, in via provvisoria, a un raggruppamento di societa' controllato da Italiana costruzioni, sotto sorveglianza per i lavori al Palazzo Italia finiti nell'inchiesta 'Sistema' sulle grandi opere. "A fronte di queste premesse la Camera del Lavoro di Milano esprime forti perplessita' e incredulita' per l'assegnazione di questo appalto a una societa' su cui sono in corso indagini per accertare eventuali responsabilita' in merito all'inchiesta fiorentina", si legge in una nota, firmata Graziano Gorla, segretario generale, e dalla segretaria Tiziana Scalco. "Pensiamo che in momento cosi' critico per il nostro Paese, in particolare sotto il profilo della legalita' e della trasparenza degli appalti pubblici, questa vicenda sia meritevole almeno di una riflessione da parte di tutti i soggetti istituzionali e non, che sono coinvolti nella realizzazione della Citta' della salute e ricerca".

LA PRECISAZIONE DI ITALIANA COSTRUZIONI

Italiana Costruzioni è una delle 4 società che fanno parte del raggruppamento d’imprese guidato da Società Italiana per Condotte d’acqua Spa, che si è aggiudicato i lavori per la realizzazione della Città della Salute. All’interno del raggruppamento, Italiana Costruzioni “pesa” per il 20%. E’ per questo sbagliato affermare che Italiana Costruzioni si è aggiudicata la gara da 450 milioni di euro per la Città della Salute: la gara l’ha per l’appunto vinta un raggruppamento di Imprese guidata da Condotte Spa e non Italiana Costruzioni. Anche per questo appare immotivato l’accostamento di queste vicende a quelle di Padiglione Italia, rispetto alle quali ribadiamo anche in questa occasione la nostra estraneità, sereni che i fatti dimostreranno che abbiamo sempre lavorato con dedizione e nel pieno rispetto delle regole.

Tags:
citta della saluteitaliana costruzionicamera del lavoro di milanoexpopalazzo italiagraziano gorla







A2A
A2A
i blog di affari
Green pass, l'irresponsabile accettazione cadaverica del nuovo Leviatano tecnosanitario
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Covid, aspettiamo che arrivi un governo militare: del resto "siamo in guerra"
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Filming Italy Sardegna Festival, conclusa la 4ª edizione con oltre 50 titoli


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.