A- A+
Milano

 

maroni conferenza stampa 500 (14)

di Fabio Massa

Corecom, ultimo atto. Ma con un caos tale che si sfiora la farsa. L'organismo che controlla la distribuzione dei fondi ministeriali alle tv private locali è stato rinnovato oggi. Cinque i membri che il consiglio regionale ha dovuto scegliere. Ma non senza grandi fibrillazioni. Perché nella complessa partita delle nomine, il Corecom si è intrecciato con la Commissione Pari Opportunità, per la quale era in corsa - come aveva anticipato Affari - l'ex presidente della Provincia Ombretta Colli. All'ultimo momento i ciellini si sarebbero impuntati sulla Colli, mettendo in discussione la presidenza, alla vigilia già assegnata a Federica Zanella, giornalista e membro uscente del comitato di vigilanza. Richiesta la sospensione, la frattura si sarebbe ricomposta. Quindi, tutti al voto. Ma con un nuovo piccolo inconveniente. Perché i gruppi votano compatti i propri candidati: la Lega Nord Gianluca Savoini (fedelissimo di Maroni, avrebbe dovuto essere presidente) e Diego Borella, il Pdl Giulio Boscagli (cognato di Formigoni e preferito dai ciellini), il Pd e il Patto Stefano Rolando (legato ad Ambrosoli che ne ha sempre sottolineato l'eccellenza). Il quinto nome, quello del presidente, sarebbe dovuto essere nominato venerdì in giunta, di concerto tra i presidenti Cattaneo e Formigoni. Come detto, Federica Zanella in quota Pdl, fortemente sostenuta da Mantovani. Tuttavia nelle urne viene fuori un voto anche per lei. E già iniziano gli attacchi: come può chi ha preso un voto solo diventare presidente?, si chiedono soprattutto i sostenitori di Boscagli. Tuttavia il presidente non deve essere votato, quindi sembra logico che si tratti dello sgambetto di qualcuno. E la favorita della vigilia dunque resta ancora lei. Anche se i giochi rimangono aperti fino all'ultimo minuto.

@FabioAMassa

Tags:
pdlmaronicorecom







A2A
A2A
i blog di affari
il project financing collegato al partenariato pubblico privato (seconda parte
Il mercato dei corsi fitness e le prospettive post-pandemia
Elena Vertignano
Mercato del vino: dai corsi sommelier alle vendite l'Italia primeggia
Elena Vertignano


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.