A- A+
Milano
Corte dei Conti promuove la Lombardia: da Regione buoni risultati su entrate
Regione Lombardia

Corte dei Conti promuove la Lombardia: da Regione buoni risultati su entrate

La Regione Lombardia "ha dimostrato una buona capacita' di realizzazione del bilancio, intesa quale incidenza degli accertamenti e degli impegni rispetto alle previsioni, con risultati sicuramente piu' soddisfacenti sul lato delle entrate e un po' inferiori sul lato delle spese". E' quanto comunica la Corte dei Conti per la Lombardia dopo che la sezione regionale di controllo ha parificato il rendiconto 2020 della Regione, conclusosi con un avanzo di amministrazione disponibile di quasi 338 milioni di euro. "Sul fronte delle entrate, nonostante la gravita' della crisi pandemica, si e' registrato, complessivamente, un incremento sia degli accertamenti che delle riscossioni in conto competenza rispetto al 2019, frutto da una parte del buon grado di realizzazione delle entrate di natura tributaria (soprattutto Irpef e Iva) e, dall'altra, del consistente incremento dei trasferimenti correnti da parte dello Stato al fine di contrastare gli effetti della pandemia e sostenere il sistema sanitario", osservano i magistrati contabili. 

Lombardia: Corte Conti, ridotte risorse regionali a sanita'

Nel 2020 la Regione Lombardia ha messo a disposizione per il settore sanitario risorse autonome per 1,2 milioni di euro. E' quanto osserva la Sezione regionale di controllo della Corte dei conti per la Lombardia registrando "una contrazione" nell'anno scorso "a fronte dello stanziamento di 255 milioni nel 2017, 218,8 milioni nel 2018 e 77,12 milioni nel 2019". Per le risorse emergenziali di natura corrente e le altre risorse vincolate di parte corrente e' stato rilevato dai magistrati contabili "un grado di realizzazione della spesa estremamente basso, pari rispettivamente al 27 per cento per le risorse emergenziali e al 14 per cento per le altre risorse vincolate di parte corrente (a fronte dell'87% del fondo sanitario indistinto)". Sulla prevenzione sanitaria e', sottolinea la Corte dei conti regionale, emersa "una non adeguata considerazione di questa funzione nella riforma del servizio sanitario regionale del 2015. La prevenzione ha trovato una collocazione inadatta e non integrata rispetto all'assistenza territoriale e all'assistenza ospedaliera e quanto all'attivita' svolta dalla Regione Lombardia nel 2020, e' stato chiarito il ruolo dell'Istituto Zooprofilattico Sperimentale di Brescia nell'ambito del servizio sanitario regionale lombardo sulla sicurezza alimentare, ed e' emerso un limitato grado di realizzazione delle azioni programmate e finanziate nell'ambito della sicurezza sul lavoro".

Fontana: Lombardia traina il Paese

"La Corte dei Conti sezione regionale di controllo della Lombardia parifica il rendiconto generale della Regione Lombardia per l'esercizio 2020, approva l'annessa relazione, dispone che copia della presente decisione con unita relazione sia trasmessa al presidente del Consiglio regionale e al presidente della regione Lombardia, nonché al ministro dell'Economia e finanze e al presidente del Consiglio dei ministri". Così la presidente della Sezione regionale di controllo della Corte dei Conti di Milano Maria Riolo al termine dell'udienza per il Giudizio di parificazione sul Rendiconto generale della Regione Lombardia, esercizio 2020.

Il Piano Lombardia, varato con legge regionale e che mette a disposizione 4,5 miliardi per la ripartenza dopo la pandemia, 760 milioni di euro destinati alla Cassa in Deroga regionale, 362 milioni per fare fronte alle spese emergenziali per acquisto di apparecchiature e materiali sanitari utilizzati in concomitanza con la diffusione del coronavirus. E una solidità finanziaria che, in base alle valutazioni dell'agenzia di rating Moody's, conferma l'affidabilità della Lombardia superiore a quella dello Stato italiano per solvibilità del debito.

Questi i temi toccati dal presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana intervenuto all'udienza della Corte dei Conti di Milano per il Giudizio di parificazione sul Rendiconto generale della Regione Lombardia, esercizio 2020.

Fontana ha ricordato "i mesi drammatici del 2020 che hanno visto Regione Lombardia impegnata in prima linea nella lotta al Covid19 il cui impatto si è riverberato anche sugli aspetti finanziari e gestionali del nostro ente".

"L'andamento del gettito delle manovre regionali - ha evidenziato il presidente - ha subito infatti, nei primi mesi del 2020 una brusca riduzione ma pur nella situazione emergenziale, grazie ad una sana ed efficiente gestione finanziaria, Regione Lombardia non ha rinunciato alla realizzazione di uno stock consistente di investimenti".

 "L'efficiente gestione - ha aggiunto - ha permesso di ottenere una quota di avanzo libero pari a circa 338 milioni garantito in gran parte dal rispetto degli accordi Stato-Regioni ma anche da un'oculata e prudenziale gestione finanziaria".

"Sostegno agli investimenti: Regione Lombardia ha stanziato i primi 3 miliardi che, con la successiva manovra di Assestamento al bilancio 2020-2022 sono stati incrementati di ulteriori 500 milioni e, infine, con il bilancio 2021 altri 500 milioni per un totale di 4 miliardi di investimenti. Il progetto di legge di assestamento prevede una ulteriore iniezione di 500 milioni per investimenti anche in ambito sanitario".

PNRR - "Condivido pienamente l'indicazione della Corte che - ha rimarcato il presidente - circa il ruolo fondamentale delle Regioni nell'attuazione del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, sia nel fornire adeguato supporto al sistema locale, sia nel realizzare in prima persona gli interventi correlati alle funzioni di competenza. Condivido e ringrazio la Corte che ha giudicato il nostro piano straordinario degli investimenti come una anticipazione del PNRR".

 "Tale somma - ha ribadito - genererà investimenti che attiveranno opere per un valore complessivo di oltre 9 miliardi di euro".

Tra i principali interventi ricordati dal governatore della Lombardia in questo contesto, le opere in ambito ferroviario, per il trasporto pubblico e l'intermodalità, per la navigabilità, per gli interventi e la manutenzione sulle strade, per la mobilità ciclistica, per il dissesto idrogeologico e la salvaguardia del territorio.

 "Oltre ai 4,5 miliardi - ha sottolineato Fontana - Regione Lombardia ha poi finanziato 228,7 milioni per indennizzi alle imprese, ai lavoratori e ai cittadini bisognosi; 760 milioni per la Cassa in Deroga Regionale (con oltre 118.000 domande per la tutela dei lavoratori) e 362 milioni di riprogrammazione dei POR 2014-2020 a sostegno delle spese emergenziali per l'acquisto di apparecchiature e materiali sanitari e del mercato del lavoro".

A questi si aggiungono i circa 925,6 milioni gli interventi destinati a Milano-Cortina 2026 fondamentali e decisivi per il raggiungimento dell'obiettivo delle Olimpiadi invernali, in sinergia con le risorse stanziate dal Governo con Decreto ministeriale del 7 dicembre 2020 per un importo di oltre 2 miliardi.

 Il presidente della Regione nel corso dell'intervento ha ricordato la straordinaria generosità dei cittadini lombardi testimoniata in occasione della pandemia: "per questo, ancora una volta, li ringrazio a nome di tutta l'amministrazione regionale. Anche le Aziende socio-sanitarie e le Agenzie di Tutela della Salute hanno ricevuto donazioni per oltre 131 milioni di euro che sono stati destinati all'assistenza medica, all'acquisto di medicinali, di apparecchiature medicali e DPI".

 "Riprendendo ora il tema più strettamente finanziario - ha aggiunto Fontana - vorrei sottolineare che l'Agenzia di rating Moody's mantiene da anni il giudizio della nostra Regione (Baa2) a livello addirittura più alto di quello della Repubblica (Baa3) a testimonianza dell'affidabilità finanziaria, costituendo un caso eccezionale a livello mondiale".

Tale solidità finanziaria è peraltro testimoniata dai positivi indicatori di Rendiconto che si sono mantenuti anche durante il 2020, tra cui si possono evidenziare il persistente miglioramento del risultato di amministrazione fino a consolidare per il secondo anno consecutivo un avanzo libero e la consistente disponibilità di cassa e che ha fra l'altro consentito l'autofinanziamento completo degli investimenti effettuati nel 2020, senza attivazione di nuovo debito.

"L'indice di tempestività dei pagamenti della gestione complessiva per il 2020 infatti è stato - in media - di oltre 18 giorni in anticipo rispetto alla data di scadenza della relativa fattura. Ed ancora il raggiungimento, anche quest'anno, del pareggio di bilancio, la significativa riduzione dei residui attivi".

Il presidente della Regione ha concluso "ringraziando nuovamente la presidente Maria Riolo, il Procuratore, tutti i magistrati ed i funzionari che costantemente ci affiancano con disponibilità, professionalità e collaborazione nel percorso di affinamento degli strumenti di programmazione regionale che hanno sempre al centro la soddisfazione dei bisogni del cittadino". 

Commenti
    Tags:
    corte contilombardia







    A2A
    A2A
    i blog di affari
    Salento: pastella, cozze aperte all’ampa... Chi l'ha detto che si mangia male?
    di Francesca Micoccio
    Green pass obbligatorio e lockdown annunciati: il ritorno alla nuova normalità
    L'OPINIONE di Diego Fusaro
    Il braccio robotico di Perseverance alla ricerca di segni di vita su Marte
    di Maurizio Garbati


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.