A- A+
Milano
Metro, l'allarme dei comitati: "A rischio il cunicolo segreto dei Carbonari"

Il cunicolo sotto l'oratorio di San Protaso non è in pericolo. Sempre che esista ancora. Metropolitana milanese cerca di rassicurare i comitati dell'asse Lorenteggio-Solari, preoccupati che i lavori per la linea blu possano danneggiare il passaggio segreto che partirebbe dalla piccola chiesetta del Lorenteggio e che sarebbe stato usato dai Carbonari per entrare all'interno delle mura spagnole e nel cuore della città. Secondo i promotori del comitato, il cunicolo esiste e collega Lorenteggio a Sant'Ambrogio. MM rassicura: "Tutte le attività di scavo, che saranno effettuate per costruire le opere della M4, saranno seguite da un gruppo di archeologi concordato sempre con la Soprintendenza, che ha la Direzione Scientifica sull'intera opera. I lavori per la costruzione del manufatto Lorenteggio 25 vicino all'Oratorio di San Protaso, potrebbero essere l'occasione per verificare l'effettiva presenza del tunnel, mai segnalato in documenti ufficiali. Si precisa che gli scavi interferenti con lo strato archeologico, cioè a meno 4 metri dal livello stradale, sono limitati alle aree delle stazioni e dei manufatti, poiché la linea passerà a una quota inferiore (meno 20/25 metri), quindi impossibile che incontrino il tunnel ipotizzato".

Tags:
metropolitanasan protasocomitato







A2A
A2A
i blog di affari
Salento: pastella, cozze aperte all’ampa... Chi l'ha detto che si mangia male?
di Francesca Micoccio
Salento: pastella, cozze aperte all’ampa... Chi l'ha detto che si mangia male?
di Francesca Micoccio
Green pass obbligatorio e lockdown annunciati: il ritorno alla nuova normalità
L'OPINIONE di Diego Fusaro


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.