A- A+
Milano
Un bambino milanese su dieci rischia di abbandonare prima della licenza media

Dati che destano una certa preoccupazione, quelli diffusi da una ricerca realizzata dall’Osservatorio comunale sulla dispersione e l’integrazione scolastica analizzando l’Anagrafe scolastica dell’anno scolastico 2013-2014. Quasi un bambino milanese su dieci rischia infatti di abbandonare la scuola senza aver raggiunto il diploma di terza media. In città sarebbero infatti 8.096 i bambini delle primarie e secondarie di primo grado (su un totale di 93.107 alunni) a «rischio di dispersione scolastica», ossia l’8,70% di tutti gli alunni. Per il  40,4% si tratta di bambini stranieri nati all’estero (3.274 bambini), ma il 39,9% è italiano (3.230 bambini). Un ulteriore  19,28% (1.561 bambini) è costituito da stranieri nati in Italia. Per contrastare questo fenomeno il Comune di Milano ha avviato un progetto che ha coinvolto 50 scuole, primarie e secondarie di primo grado, per oltre 2.600 bambini, sostenendoli nel loro processo di integrazione scolastica. "Si tratta - ha commentato l’assessore comunale all’Educazione, Francesco Cappelli - di un fenomeno cui prestare particolare attenzione: per questo abbiamo deciso di mettere a sistema un progetto esteso su tutta la città che ha dato risultati concreti e molto soddisfacenti".

Tags:
dispersione scolasticamilano







A2A
A2A
i blog di affari
il project financing collegato al partenariato pubblico privato (seconda parte
Il mercato dei corsi fitness e le prospettive post-pandemia
Elena Vertignano
Mercato del vino: dai corsi sommelier alle vendite l'Italia primeggia
Elena Vertignano


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.