A- A+
Milano
Dopo 50 anni, finalmente lo svincolo di Lambrate è realtà

"Oggi è certamente un giorno positivo dopo il ritrovamento di ordigni, rifiuti di ogni tipo e numerosi innalzamenti della falda. Finalmente ce l'abbiamo fatta". Così l'assessore regionale alle Infrastrutture e Mobilità Maurizio Del Tenno ha salutato l'apertura al traffico dei rami A e B d'ingresso alla Tangenziale Est, cofinanziato dalla Regione Lombardia con oltre 33 milioni di euro e realizzato da Pessina Costruzioni. "Un tassello - ha aggiunto - che va completato nell'ottica dell'apertura a luglio della Brebemi con cui la Cassanese si interfaccerà proprio nel nodo di Lambrate". L'assessore ha poi ricordato come procedano i lavori di riqualificazione della stessa strada. Una prima parte è già stata appaltata, mentre quella definita 'bis' attende ancora ulteriori passaggi al Cipe. A questo proposito, l'assessore ha notato come, per quanto riguarda le infrastrutture, siano ancora troppi i passaggi burocratici che complicano gli iter e gli inizi dei lavori. "Nonostante ciò – ha sottolineato - siamo l'unica Regione in Italia, e forse anche in Europa, che ha investito tante e tali risorse sulle infrastrutture". "Ai cittadini - ha concluso - dobbiamo risposte certe e in tempi rapidi. Un grande aiuto in questa direzione sarebbe un nuovo modo nel fare gli appalti".

Tags:
lambrate







A2A
A2A
i blog di affari
E' nata la figura del “Servo di Stato”. Con Draghi il popolo diventa cagnolino
di Maurizio De Caro
"Tutti in presenza". Nessun obbligo vaccinale per la scuola
Passa la linea Draghi: via libera all'agenzia cyber


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.