A- A+
Milano

di Daniele Bonecchi
 
Con la sua faccia smorta da suorina laica, Francesca Balzani - assessore che ha ereditato il bilancio sgangherato di Bruno Tabacci - ha portato a casa i suoi primi due risultati. In pellegrinaggio a Roma ha ottenuto un rinvio del bilancio a settembre e una prima deroga al patto di stabilità. Certo, la deroga riguarda gli investimenti per l'Expo dell'anno prossimo, ma con l'aria che tira nella capitale è un fatto, per molti versi, inaspettato. Ora, per Balzani, si apre un'altra partita. Cgil, Cisl e Uil hanno messo nero su bianco che non hanno nessuna intenzione di accettare la stangata Irpef sui redditi medio-bassi. La coperta è cortissima e il comune dovrà fare miracoli per non colpire chi ha di meno. Un esercizio impegnativo, il minimo sindacale per un'amministrazione di sinistra. In attesa di una "visione" che rilanci la giunta Pisapia.

Tags:
balzani






A2A
A2A
i blog di affari
Bipolarismo, ecco quando necessario usare il TSO
di Francesca Albi*
Olio extravergine d’oliva: benefici e caratteristiche
Anna Capuano
Décolleté con tacco alto o con zeppa: quale funzionerà per gli outfit di tutti
Anna Capuano

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.