A- A+
Milano
Expo, c'è l'accordo Amsa-sindacati. Assunti 340 lavoratori
amsa milano

Dopo una lunga e complessa trattativa è stato siglato un accordo fra Amsa, la Rsu e le organizzazioni sindacali (Fp Cgil, Fit Cisl, UilTrasporti, Faidel) per la gestione di Expo. Ora l’accordo verrà posto al vaglio dei lavoratori nelle assemblee che verranno convocate nei prossimi giorni. L’accordo prevede la gestione di uno specifico progetto, presentato dall’azienda alle organizzazioni sindacali, idoneo a far fronte alle esigenze connesse ad Expo, sia nel sito espositivo che nella città di Milano, ed agli eventi che nell’occasione si terranno nel territorio comunale.

Punti salienti dell’accordo sono: l’assunzione di 340 lavoratori nel periodo dell’evento con punte di 420 unità, sia full-time che part-time, comprensivi del personale che opererà nel sito, corrispondenti a 170 lavoratori full-time equivalenti anno. Le assunzioni saranno fatte con contratto a tempo determinato e applicazione del vigente Ccnl Federambiente; la trasformazione da part-time a full-time del personale oggi impiegato nel servizi dei mercati; l’istituzione di un premio Expo destinato in quota parte sia al personale direttamente impiegato sui servizi coinvolti nell’evento, sia al restante personale di Amsa operante sulla città di Milano. Il premio, per quanto riguarda il personale coinvolto nei servizi, sarà legato alla presenza giornaliera; un sistema di relazioni sindacali volto alla condivisione delle scelte organizzative attraverso la costituzione di una cabina di regia Expo ed in grado di prevenire gli eventuali conflitti attraverso la piene assunzione di responsabilità delle parti.

La Camera del Lavoro Metropolitana e la funzione pubblica Cgil di Milano hanno espresso piena soddisfazione per il lavoro svolto e l’accordo raggiunto che valorizza l’impegno di azienda e organizzazioni sindacali per la migliore gestione di un evento eccezionale e fondamentale per Milano e per il nostro paese.

Tags:
expoamsa






A2A
A2A
i blog di affari
Nuovo Direttivo alla Camera Civile Salentina
Sanzioni Covid: arrivano le cartelle pazze
Femmmicidi-infanticidi, riflesso di una Italia che non sopporta le difficoltà
di Maurizio De Caro

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.