BANNER

L'Expo 2015 sara' un successo solo se tutta l'Italia si riconoscera' in questo evento. Se ne dice convinto il premier Enrico Letta, intervenuto in videoconferenza alla presentazione di Agenda Italia a Milano. Proprio con il masterplan presentato ieri, il premier si dice convinto che e' stato fatto un passo verso questa direzione. "C'era un ultimo rischio - ha spiegato Letta - e cioe' che non tutta l'Italia considerasse sua l'Expo".

"Con la presentazione dell'Agenda tutta l'Italia puo' riconoscersi nell'esposizione universale. Ci sono oltre 60 azioni che mettono insieme tutte le anime delle amministrazioni pubbliche e i soggetti privati. E sono il modo migliore perche' tutta l'Italia si senta coinvolta". Se fosse percepita dalla gente come "l'Expo di Maroni, di Letta, di Pisapia - ha spiegato il premier - fallirebbe perche' non ci sarebbe immedesimazione. Sono convinto che sara' un successo assicurato".

"Il nostro Paese, ogni tanto, ha la caratteristica di essere a coriandoli, costituito da tante piccole parti. Questo puo' avere un aspetto positivo e uno negativo". Ha detto il premier intervenendo in videoconferenza alla presentazione di Agenda Italia, a Milano. Chiarendo il concetto, Letta ha spiegato che: "Quando tutte le tessere sono al posto giusto, viene fuori un puzzle affascinante. Altre volte invece queste tessere del puzzle sono impazzite, vanno ognuna per conto suo, gli uni contro gli altri e l'effetto e' il caos, non un disegno organico". E' fondamentale, secondo Letta, che per l'Expo tutte le tessere del puzzle siano al loro posto per creare un "disegno armonico dove ognuno e' protagonista". Solo cosi' l'Expo sara' un successo assicurato.

"Ritrovare la crescita e' imperativo categorico. L'Expo 2015 e' il volano". Ha affermato Letta. "Expo e' l'obiettivo e il volano - ha sottolineato il premier - con il quale ritorneremo a crescere". Dal premier un incoraggiamento ad andare avanti con determinazione e "i tanti 'si'' che abbiamo ricevuto da Gran Bretagna, dagli Stati Uniti, dall'Irlanda, danno il senso che si e' svoltato. Adesso dobbiamo far si' che questo effetto globale di volano dell'Expo lo si raggiunga davvero e che dia i risultati che deve dare: crescita, posti di lavoro e immagine positiva dell'Italia nel mondo. Il gioco di squadra e' la chiave del successo".

2013-11-22T08:36:00.38+01:002013-11-22T08:36:00+01:00truetrue1356116falsefalse87Milano/milano4130853213562013-11-22T08:36:00.443+01:0013562013-11-22T08:43:00.537+01:000/milano/expo-letta-presenta-60-iniziative221113false2013-11-22T08:43:03.733+01:00308532it-IT102013-11-22T08:36:00"] }
A- A+
Milano
enrico letta 500 (2)

BANNER

L'Expo 2015 sara' un successo solo se tutta l'Italia si riconoscera' in questo evento. Se ne dice convinto il premier Enrico Letta, intervenuto in videoconferenza alla presentazione di Agenda Italia a Milano. Proprio con il masterplan presentato ieri, il premier si dice convinto che e' stato fatto un passo verso questa direzione. "C'era un ultimo rischio - ha spiegato Letta - e cioe' che non tutta l'Italia considerasse sua l'Expo".

"Con la presentazione dell'Agenda tutta l'Italia puo' riconoscersi nell'esposizione universale. Ci sono oltre 60 azioni che mettono insieme tutte le anime delle amministrazioni pubbliche e i soggetti privati. E sono il modo migliore perche' tutta l'Italia si senta coinvolta". Se fosse percepita dalla gente come "l'Expo di Maroni, di Letta, di Pisapia - ha spiegato il premier - fallirebbe perche' non ci sarebbe immedesimazione. Sono convinto che sara' un successo assicurato".

"Il nostro Paese, ogni tanto, ha la caratteristica di essere a coriandoli, costituito da tante piccole parti. Questo puo' avere un aspetto positivo e uno negativo". Ha detto il premier intervenendo in videoconferenza alla presentazione di Agenda Italia, a Milano. Chiarendo il concetto, Letta ha spiegato che: "Quando tutte le tessere sono al posto giusto, viene fuori un puzzle affascinante. Altre volte invece queste tessere del puzzle sono impazzite, vanno ognuna per conto suo, gli uni contro gli altri e l'effetto e' il caos, non un disegno organico". E' fondamentale, secondo Letta, che per l'Expo tutte le tessere del puzzle siano al loro posto per creare un "disegno armonico dove ognuno e' protagonista". Solo cosi' l'Expo sara' un successo assicurato.

"Ritrovare la crescita e' imperativo categorico. L'Expo 2015 e' il volano". Ha affermato Letta. "Expo e' l'obiettivo e il volano - ha sottolineato il premier - con il quale ritorneremo a crescere". Dal premier un incoraggiamento ad andare avanti con determinazione e "i tanti 'si'' che abbiamo ricevuto da Gran Bretagna, dagli Stati Uniti, dall'Irlanda, danno il senso che si e' svoltato. Adesso dobbiamo far si' che questo effetto globale di volano dell'Expo lo si raggiunga davvero e che dia i risultati che deve dare: crescita, posti di lavoro e immagine positiva dell'Italia nel mondo. Il gioco di squadra e' la chiave del successo".

Tags:
lettaexpoitalia







A2A
A2A
i blog di affari
Coordinatore genitoriale, tribunale lo impone: chi è? Posso rifiutarmi?
di Michela Carlo
Green Pass, prove generali della società del controllo biopolitico totalitario
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Le radici dell’Architettura
di Mariangela Turchiarulo


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.