A- A+
Milano
"Mobilitazione anti-Expo dieci volte superiore a Genova". Ma il prefetto frena: "Non risulta"

"Non risulta assolutamente alcun allarme particolare su questa vicenda". Il prefetto di Milano Francesco Paolo Tronca interviene dopo le notizie diffuse riguardo un allarme sicurezza per la giornata inaugurale dell'Expo. "Cio' non toglie che il prefetto e i vertici di polizia terranno la guardia altissima - assicura Tronca - e stanno lavorando assiduamente su tutte le problematiche legate alla sicurezza Expo. Tutto cio' non va a scapito dell'attivita' della prefettura contro la criminalita' organizzata che continuera' con rinnovato vigore"

L'allarme apparso sui quotidiani nascerebbe da un documento riservato dei Servizi di sicurezza che paventa una "mobilitazione antagonista di massa" con "capacità di interdizione e di danneggiamento dieci volte superiore a quella del G8 2001 di Genova". Un raduno la cui organizzazione starebbe avvenendo sotto traccia sul web e che sarebbe "epocale" per numero di partecipanti che per modalità".

Tags:
expoallarme







A2A
A2A
i blog di affari
Filming Italy Sardegna Festival, conclusa la 4ª edizione con oltre 50 titoli
Alkemia sigla contratto triennale con l’India per materie prime
Covid, lockdown in autunno: la colpa sarà dei non benedetti dal siero
L'OPINIONE di Diego Fusaro


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.