A- A+
Milano
Expo, è scontro tra Regione e Comune sulla M4: "Diteci se ci sarà"

Per la M4 il Comune di Milano "non è ancora in grado di garantire la tempistica", palazzo Marino ha espresso come priorità quella di "mettere in sicurezza l'opera" e ha comunicato che, fino a quando ciò non avverrà, non possono essere fatti ragionamenti che "rischiano di pregiudicarla". E' quanto emerso stamani al 'Sottotavolo infrastrutture' per Expo a palazzo Lombardia, presieduto stamani dall'assessore regionale alle Infrastrutture e Mobilità Maurizio Del Tenno, secondo quanto riferito dalla Regione. A fronte delle mancate garanzie, l'assessore Del Tenno e il commissario unico di Expo Giuseppe Sala - si legge - hanno esplicitamente richiesto lo studio di un piano alternativo per la gestione dei flussi dei visitatori provenienti dall'aeroporto di Linate. "Per la prima volta - ha detto Del Tenno - abbiamo compreso quali sono le reali difficoltà. La M4 per noi è un'opera prioritaria e auspichiamo dunque o una soluzione o la definizione di un piano alternativo".

La Rho-Monza si farà e sarà completata in tempo per l'inizio dell'Expo. La conferma arriva dal 'Sottotavolo infrastrutture', presieduto stamani dall'assessore regionale alle Infrastrutture e Mobilità Maurizio Del Tenno. Per quanto riguarda il lotto 3 (sottopasso ferroviario Milano-Varese/svincolo ex SS233 varesina), di competenza di Autostrade per l'Italia, è stato approvato il progetto esecutivo. L'avvio dei lavori è previsto per il prossimo mese di marzo. Per i lotti 1 e 2, invece, di competenza di Serravalle, il cantiere verrà consegnato a metà aprile e l'opera sarà completata in 12 mesi. "A questo punto - ha spiegato Del Tenno - gli unici rallentamenti che ci sono stati prospettati potrebbero derivare da lungaggini burocratiche da imputare esclusivamente al Ministero dell'Ambiente. Mi auguro che ognuno si assuma poi le proprie responsabilità".

"Milano è in prima fila per il 'diritto al cibo sicuro'. La nascita del Centro internazionale per le norme e le politiche pubbliche in materia di alimentazione vuol essere un ulteriore importante contributo all'impegno della città. La sua costituzione mi è stata a cuore fin dai primi passi della sua progettazione. Come giurista, da tempo attento alle regole e ai principi legati ai temi dell'alimentazione sostenibile. E come Sindaco di Milano, la città che ospiterà Expo 2015 e che diverrà centro del dibattito globale sui temi strategici dell'Esposizione: la sicurezza alimentare, l'acqua come bene comune, la lotta agli sprechi e all'accaparramento delle terre, lo sviluppo sostenibile. Milano ed Expo lasceranno anche coså un'eredità che andrà ben oltre il 2015. La produzione, la trasformazione e la distribuzione del cibo, insieme allo spreco delle risorse alimentari, riguardano da vicino il futuro di tutti noi. Riguardano il "diritto al cibo sicuro" di tutto il Pianeta". Lo ha dichiarato oggi il Sindaco di Milano Giuliano Pisapia in occasione della firma del Protocollo di intesa per la costituzione del Centro internazionale di documentazione e studio sulle norme e le politiche pubbliche in materia di alimentazione. "Il Centro internazionale per il diritto all'alimentazione, grazie alla sua azione internazionale, potrà collaborare anche a dar vita al progetto di Protocollo per le politiche alimentari sostenibili che ho lanciato a Johannesburg in occasione del Summit di C40, le città impegnate nella lotta ai cambiamenti climatici. Un Protocollo per la Food Policy, che spero molti Sindaci del mondo vorranno sottoscrivere in occasione di un grande evento nei sei mesi di Expo. L'azione in rete di città impegnate in politiche alimentari innovative potrà moltiplicare i risultati a beneficio di tutti", ha aggiunto il Sindaco Pisapia.

Tags:
expo







A2A
A2A
i blog di affari
Green pass, l'irresponsabile accettazione cadaverica del nuovo Leviatano tecnosanitario
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Covid, aspettiamo che arrivi un governo militare: del resto "siamo in guerra"
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Filming Italy Sardegna Festival, conclusa la 4ª edizione con oltre 50 titoli


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.